News
‘3Taps’, innovativo progetto per sviluppare il dialogo tra cultura e territorio

CASERTA – Il turismo ha una matrice inoppugnabile: il dialogo, ossia l’apertura di un canale di comunicazione che passa per gli interessi di chi chiede e di chi offre cultura. Tale processo talora subisce fasi di demotivazione, di crollo e collasso dovuto ad una cronoprogrammazione indefinita e dalla conoscenza limitata dei contenuti del monumento e del suo territorio.

L’ing. Nunzio Antonucci, con la sua Syrius Srl, per rispondere adeguatamente alle esigenze di sviluppo del turismo culturale e delle filiere collegate, ha messo a punto “3Taps”, innovativo progetto che nasce dalla volontà di comunicare con i grandi flussi turistici che ogni anno sono attratti dai tanti siti di interesse artistico culturale della Campania e del Mezzogiorno. “La ‘vision’ – spiega l’ing. Antonucci – è quella di offrire ai tanti visitatori una comunicazione diretta, senza filtri, con immediatezza e facile accessibilità, capace di capitalizzare l’attrattiva che i grandi monumenti generano per promuovere la grande bellezza che li circonda”.

La ‘mission’ è quella far convergere sul monumento tutte le potenzialità invisibili del territorio e rivoluzionare il rapporto con i turisti. “L’obiettivo concreto – aggiunge l’ingegnere – è la realizzazione di un Hub Turistico attrattivo con una cabina di regia in grado di creare un profilo di ‘rete’, all’interno del quale si rafforza il concetto di identità territoriale nel bene culturale e la sintesi della valenza storico-geografica del monumento stesso”.

‘3Taps’, infatti, utilizza un sistema digitale veloce ed intuitivo che, per l’appunto, con soli ‘tre taps’ sul proprio smartphone consente ai turisti un contatto diretto con un ventaglio di offerte che prima d’ora non era accessibile, riversando sul territorio un’economia altrimenti vittima delle visite ‘mordi e fuggi’, senza mai perdere tra l’altro, il contatto con il monumento che potrà godere di più tempo, attenzione.

“La tecnologia utilizzata e disponibile – prosegue Antonucci – è ‘click and collect based’, con un’intelligenza artificiale che permetterà, inoltre, di raccogliere un’enorme quantità di dati e trasformarli in informazioni utili per migliorare e personalizzare il servizio (Big Data e IA applicati al turismo). Il tutto avverrà tramite istallazioni mobili customizzate a seconda del contesto. Il viaggio nel mondo bidimensionale continua all’interno del sito, con le guide QR Code, in grado di fornire tutte le informazioni relative a ciò che si desidera conoscere migliorando notevolmente l’esperienza ed il coinvolgimento del viaggiatore”.

Già molte realtà pubbliche e private stanno mostrando interesse per il progetto di Antonucci, che sta mettendo a punto una rete di partner per l’applicazione pratica della sua soluzione.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie