News
Insieme oltre l’Autismo: Noi insieme a voi, per accendere un sogno

di Flavio Pagano

SANT’ANTONIO ABATE (Na) – “Quando a sognare si è da soli, è solo un sogno, ma quando a sognare si è almeno in due, è la realtà che incomincia”, disse il leggendario Che Guevara, maestro indiscusso del pensiero rivoluzionario. E in questo caso a pensare si è tanti, per cui possiamo cominciare a credere che anche nel distratto e disastrato Sud, anche in Campania, le politiche sociali stiano cominciando a diventare qualcosa di concreto.

Il tre dicembre è una data importante: ricorre infatti la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. Un tema decisivo per il presente e per il vicino futuro, dalla cui gestione dipendono sia il destino dei cosiddetti sani, che di quello dei cosiddetti disabili.

Le scelte politiche corrette (augurandoci, con ottimismo, che alle parole seguano i fatti), saranno alla base della tenuta dell’intero sistema sociale, altrimenti destinato ad andare incontro a difficoltà insormontabili.

Accortamente, il Comune di Sant’Antonio Abate, attento a queste problematiche, insieme alla Regione Campania, al Comitato Italiano Paralimpico e all’AGIDAE, si è fatto capofila di un patrocinio che premia e sostiene la manifestazione “Noi insieme a voi, per accendere un sogno”, organizzata con il consueto spirito di iniziativa dall’associazione “Insieme oltre l’Autismo”, che raduna per la prima volta tutte le risorse attive del territorio e che si terrà dalle 10.30 alle 13.00, presso il Teatro Leone Dehon, grazie alla disponibilità di don Ciro Alfano.

All’evento, realizzato in collaborazione con ASPAL Progetto Solidale, Wake Up Sud #vivi…AMO il marna, Il vento in sella, si sono unite rappresentanze dei principali comuni dell’area: Agerola, Angri, Boscoreale, Casola, Gragnano, Lettere, Pimonte, Pompei, Santa Maria la Carità, ai quali si è aggiunta la capogruppo dell’opposizione del Comune di Furore, Antonella Marchese, da anni impegnata nel rilancio di una politica del territorio nell’importante distretto della Costa d’Amalfi.

Amministratori, associazioni e famiglie tutte unite per un solo obiettivo. Un successo indubbio per la presidente di “Insieme”, Carmelina Bisogno, esempio perfetto di eroe in lotta da solo contro tutti. Ma abbiamo davvero ancora bisogno di eroi, per cambiare la nostra società? Abbiamo davvero ancora bisogno di persone che, come Carmelina, gettino il cuore oltre l’ostacolo, per offrire alla comunità quei servizi preziosi, dei quali altrimenti la comunità stessa resterebbe priva?

Speriamo di no.

“Miriamo ad aumentare la consapevolezza nella gente dei problemi connessi alle disabilità”, afferma Carmelina Bisogno con il suo piglio fermo e insieme dolcissimo: “Miriamo a creare una rete sempre più grande, che garantisca la dignità, i diritti e il benessere di tutte le persone con disabilità. Miriamo, questa è la nostra parola magica, a lavorare ‘INSIEME’.

“La Costiera è un territorio bellissimo, ma faticoso”, aggiunge Antonella Marchese: “Basti pensare ai caratteristici petingoli, che superano le strade piane e rotabili. L’impegno di chi lo amministra, nei confronti delle persone più disagiate, specie i diversamente abili, dovrebbe pertanto essere doppio. La Costiera è definita ‘divina’: e la bellezza dev’essere accessibile a tutti!”

All’incontro, di cui sarà testimonial Angela Procida, atleta paralimpica campionessa mondiale di nuoto, interverranno: Carmelina Bisogno presidente dell’associazione Insieme oltre l’autismo, Nicola Mercurio Consigliere del Presidente AGIDAE, l’avvocato Antonio Scarpato, Luigi D’Aniello presidente ASPAL, Gabriele Cretoso Tecnico federale FIDS e Autore del libro “Superare le barriere a passo di danza”.

Vi saranno poi testimonianze di Giusy Sbaglio ortottista assistente in oftalmologia Asl Na 3 Sud, e di Alfonso D’Aniello garante dei diritti della disabilità Comune di Sant’Antonio Abate.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie