News
Accademia del doppiaggio, il 21 giugno a Napoli per aspiranti doppiatori

NAPOLI – Continua il successo dell’Accademia del Doppiaggio che ogni anno raddoppia il numero degli iscritti e forma buona parte dei doppiatori italiani più richiesti ed importanti.

Napoli è stata l’ultima città italiana in ordine di tempo ad accogliere una sede dell’Accademia già presente a Roma, Milano, Firenze, Padova e Pescara ed i corsi attivi in città sono quello base e quello avanzato.

Il corpo docenti, unito alla organizzazione dei corsi, sono il fiore all’occhiello dell’Accademia; Christian Iansante, che tra i vari attori ha doppiato Bradley Cooper, Ewan McGregor e Christian Bale, Johnny Depp, Ben Stiller, Andrey Lincoln di The walking dad, Matt Damon, Jude Law, Colin Farrell, Vince Vaughn, Ben Affleck, ed è la voce ufficiale di Radio 24 e del canale televisivo FOX, ed Angelo Maggi, sono due tra i doppiatori più noti d’Italia e con le loro lezioni rendono i corsi tra i più efficienti del panorama italiano.

“Sono molto legato a Napoli – dichiara Angelo Maggi – Mio nonno materno, Angelo è stato colui ha inventato il turismo in Italia. Con lui ho vissuto 30 anni meravigliosi ed è stato sufficiente per darmi gran parte della sua napoletanità e a farmi anche così conoscere, inizialmente, Eduardo che poi mi sono ritrovato come l’insegnante alla Bottega teatrale che ho fatto con il mio maestro Vittorio Gassman a Firenze nel 1980. Avevo tra gli insegnanti il grande Eduardo che, insieme alla napoletanità di mio nonno, mi ha aiutato a creare il carattere del commissario Winchester dei Simpson che ormai è diventata una voce iconica”.

“Napoli è una città che risponde bene al doppiaggio – dice Christian Iansante –  e questo mi fa molto piacere. É una piazza fantastica; i ragazzi si sono dimostrati in questi due anni, probabilmente, i più liberi d’Italia nel senso che le emozioni escono senza troppi problemi e tutti sono un po’ attori a Napoli  quindi riescono a vivere liberamente le sembianze di un altro senza giudizio. I napoletani però hanno come debolezza quella di sottovalutare  certe problematiche più che altro tecniche legate al doppiaggio. Pensano di potere continuare a suonare con la cadenza napoletana ma in film spagnoli, francesi, americani non c’è mai la possibilità di poter inserire dei suoni regionali. Non parliamo poi del gruppo ˈglˈ che, molto spesso, per i napoletani non esiste, ma in ogni modo adoro il modo di approcciare al lavoro dei napoletani e campani”.

Completano il corpo docenti Davide Marzi, Giorgio Borghetti, Francesco de Francesco, Andrea Lavagnino, Alberto Angrisano e Sara Ricci.

Lavagnino è noto per avere doppiato Alvaro Morte, “Il Professore” della serie evento di Netflix La casa di carta. De Francesco è la voce Italiana di Jason Momoa in Aquaman.

L’obiettivo principale dell’Accademia del doppiaggio è formare persone che abbiano i mezzi e le possibilità concrete di tentare una strada tanto entusiasmante quanto complessa come quella del doppiaggio: per questa ragione la fase di selezione degli allievi risulta essenziale come base per consentire agli allievi la crescita e lo sviluppo delle loro capacità attoriali. Oltre ad una forte motivazione, essenziale in tutte le attività artistiche, vengono valutate le attitudini personali, la predisposizione per le attività di studio, le capacità e la propensione verso un lavoro delicato e profondo come quello che fa l’attore su sé stesso, prima di dar corpo, e quindi voce, ad un personaggio.

Per accedere ai corsi bisogna sostenere un provino con Christian Iansante

Lunedì 21 giugno dalle 10.00 si effettueranno i provini degli aspiranti corsisti in via Enrico de Marinis 4 negli storici studi della Phonotype.

L’accesso ai provini sarà scaglionato ed esclusivamente su prenotazione per rispettare tutte le misure di sicurezza anticovid previste nei decreti ministeriali: www.accademiadoppiaggio.com

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie