Privacy Policy Agerola Sui Sentieri degli Dei: La tempesta tra Shakespeare ed Eduardo - Sud Notizie
News
Agerola Sui Sentieri degli Dei: La tempesta tra Shakespeare ed Eduardo

AGEROLA (Na) – Nuova settimana, nuovi appuntamenti ad Agerola Sui Sentieri degli Dei, festival dell’Alta Costiera Amalfitana.

Al Parco Colonia Montana mercoledì 27 va in scena Pianofortissimo Summer Edition. Sul palco sfileranno circa sessanta pianisti di ogni età, provenienti dai comuni della provincia di Napoli. Si tratta di un concerto-evento curato dall’Associazione Musicale Lunarmonica e a repertorio libero, che spazia dal classico al moderno, dalle colonne sonore al jazz, dagli inediti al pop. La direzione artistica è affidata al maestro Francesco Ruocco.

Giovedì 28 debutta al Belvedere Parco Corona La tempesta tra Shakespeare ed Eduardo, a cura di Claudio Di Palma. La messa in scena avrà come attori i partecipanti del laboratorio Il teatro galleggiante, condotto dallo stesso Di Palma, che fa parte del progetto Sentieri di Teatro, quest’anno inaugurato dalla compagnia Efemera Teatro, in collaborazione con il Comune e la Proloco di Agerola.

“Galleggiare, ovvero essere leggeri e sostenibili come una galla, come una bolla d’aria – scrive Claudio Di Palma nelle note di regia -, è esperienza di fluttuazione, sospensione, abbandono protetto, ma anche di sforzo fisico coordinato e organico. Il suo contrario è il vortice, il risucchio profondo, il gorgo, la tempesta appunto. Del corpo, dell’anima e dei sensi. La perdita dell’innocenza, dell’equilibrio. È proprio ciò che accade nell’opera di Shakespeare: la brama di potere, la sete di vendetta, si combinano per diventare lo spietato mulinello che travolge la landa edenica possibile. Gli animi si contorcono, gli orizzonti si incupiscono e la violenza sembra regolare i conti con la pace. Lavorare su un’ipotesi di messa in scena de La Tempesta vuol dire indagare gli effetti del disequilibrio, dell’esilio, delle passioni, dello snaturamento del desiderio. Farlo attraversando un impasto di lingue teatrali, di ispirazioni distanti e gemelle, vuol dire risalire al senso e ai sensi grazie al suono. Vuol dire, in definitiva, ricercare e ripartire da quel luogo in teatro battezzato “zattera”, in cui l’omogenea distribuzione dei corpi consente un opportuno bilanciamento stabile. Un auspicabile galleggiamento”.

Domenica 31 in una vera e propria chiacchierata musicale con il pubblico condotta al Belvedere Parco Corona da Gianmaurizio Foderaro, Antonio Maggio racconterà al pianoforte le sue canzoni e le tappe più significative del suo percorso artistico che lo ha portato anche due volte a Sanremo. In I miei cantautori ci sarà spazio per un personale ricordo di Lucio Dalla, in occasione dei dieci anni dalla scomparsa, e non mancheranno in anteprima brani che faranno parte del nuovo album, in uscita il prossimo autunno.

Antonio Maggio, cantautore salentino, nel 2008 vince la 1° edizione di X-Factor con gli Aram Quartet, pubblicando successivamente due album: chiARAMente (2008) e Il pericolo di essere liberi (2009). Nel 2013 vince il Festival di Sanremo nella sezione Giovani con il brano Mi servirebbe capire, che in poche settimane raggiunge la certificazione di Disco d’Oro, per le oltre 25mila copie vendute. Il singolo anticipa la pubblicazione dell’album d’esordio “Nonostante tutto” e un lungo tour estivo di oltre quaranta date. Al Festival di Sanremo viene anche insignito del Premio della Sala Stampa Radio e Tv “Lucio Dalla”, del Premio “Emanuele Luzzati” e del Premio AFI come miglior progetto discografico dell’anno. Nella stessa estate partecipa alla prima edizione del Coca Cola Summer Festival, che lo vede vincitore della seconda tappa, con il brano Anche il tempo può aspettare, scelto come singolo estivo. A settembre viene pubblicato il singolo Santo lunedì, che diventa sigla del programma sportivo Il processo del lunedì, in onda su Rai Sport 1 per due stagioni televisive. Nel 2014 viene pubblicato il secondo album in studio, “L’Equazione”, anticipato dal singolo omonimo; a seguire il singolo Stanco, in featuring con il rapper Clementino, che fa da colonna sonora a un nuovo e lungo tour estivo. Nello stesso periodo viene scelto come rappresentante dell’Italia al festival internazionale New Wave, svoltosi nella città di Jurmala, in Lettonia. Il suo percorso all’estero si arricchisce anche con date in Canada, Russia, Lettonia, Belgio e Albania. Il 4 novembre 2016 esce Amore pop, brano che gli permetterà di ricevere il prestigioso Premio Giorgio Faletti per la musica, con menzione speciale al valore letterario. Il singolo viene pubblicato anche su vinile in edizione limitata. Amante da sempre, tra le altre cose, del grande cantautorato italiano, il suo spettacolo MAGGIOcantaDALLA in Jazz gli vale l’invito a esibirsi il 4 marzo 2017 in casa di Lucio Dalla, in occasione del compleanno del compianto artista bolognese. Nell’aprile dello stesso anno, comincia un lungo tour nei club italiani, L’odore delle parole, in una dimensione acustica raffinata che racconta la genesi delle sue canzoni. Il 2018 è l’anno di un’intensa collaborazione live assieme all’amico cantautore Pierdavide Carone: i due danno infatti vita al Diamoci del Tour, dapprima in chiave acustica nei club e successivamente in elettrico durante l’estate. Il 17 maggio 2019 esce il nuovo singolo, Il maleducato, una satira poetica su giovani e futuro. Nel febbraio 2020 viene invitato da Amadeus come ospite d’onore alla 70esima edizione del Festival di Sanremo, dove presenta in anteprima il nuovo singolo La faccia e il cuore feat. Gessica Notaro, canzone-manifesto contro la violenza sulle donne, riscuotendo grande successo da parte della critica.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie