News
Al via la Stagione Concertistica 2023 della Fondazione Napolitano

NAPOLI – Ventotto concerti a Napoli e due festival ad Anacapri. Questa la scommessa musicale messa in campo per il 2023 dalla Fondazione Napolitano, presieduta dal prof. Sergio Sciarelli e con la direzione artistica della pianista Maria Sbeglia.

La Fondazione, diventata in questi anni un vero polo artistico della città, modulerà una densa Stagione Concertistica da gennaio fino a dicembre, con l’intento di offrire un programma sempre più compatto.

Il calendario di eventi cittadini si articolerà in tre diverse sezioni: i concerti al Circolo Canottieri Napoli e i concerti de “I Virtuosi di Sansevero”, che avranno cadenza mensile, e poi i concerti del “Pignatelli in Jazz”.

Si parte mercoledì 25 gennaio (ore 20), con l’inaugurazione affidata al primo dei dodici concerti de “I Virtuosi di Sansevero”, l’ensemble di archi ideato e diretto dal giovane violinista Riccardo Zamuner e composto da giovani musicisti di talento formatisi nelle più prestigiose accademie di tutto il mondo. Per l’occasione, il quintetto dei Virtuosi formato da Riccardo Zamuner e Ivos Margoni (violini), Andrea De Martino (viola), Arianna Di Martino (violoncello) e Gianluigi Pennino (contrabbasso) accompagnerà il clarinettista di fama internazionale Antonio Tinelli in un concerto interamente dedicato alla musica da film e intitolato “I love cinema”. L’evento andrà in scena nella cornice del Circolo Canottieri Napoli.

La programmazione della Fondazione proseguirà al Circolo Canottieri fino a dicembre con altri undici concerti.

Il 22 febbraio, il duo pianistico di fama internazionale formato dagli spagnoli Claudia Sevilla e Antonio Soria presenterà lo spettacolo “Rapsodia Spagnola”. Il 22 marzo si proseguirà con lo speciale concerto di Yuna Tamogami, talentuosa pianista giapponese classe ’94, vincitrice del primo premio al “Concorso Internazionale Emilia ed Elsa Gubitosi” organizzato dalla Fondazione F. M. Napolitano.

Il M° Luca Signorini, già Primo violoncello dell’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli, sarà in scena il 19 aprile, insieme ai violoncellisti del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, per presentare il fortunato spettacolo “Violoncelliade”, un variegato repertorio cameristico totalmente dedicato allo strumento.

Doppio appuntamento a maggio. Si inizia il 3 maggio con un trio di musicisti d’eccezione: l’apprezzata interprete Sabrina Gasparini (voce), il virtuoso del violino Gentjan Llukaci (violino) e il giovane pianista modenese Alessandro Di Marco (pianoforte), porteranno a Napoli “The Best of Italy”, un omaggio musicale alle grandi melodie del Belpaese. Il 17 maggio, invece, sarà la volta del duo formato da Lorenzo Parisi (violino) e Giuseppe Maiorca (pianoforte) con “Concerto a menù”, un originale spettacolo che attraverserà, in forma di menù, un repertorio tra Settecento e Novecento.

Spazio alle melodie della tradizione classica napoletana il 14 giugno, quando l’eccezionale voce di Emilia Zamuner sarà accompagnata da Enrico Valanzuolo alla tromba, Francesco Scelzo alla chitarra e Antonello Iannotta alle percussioni per un concerto intitolato “The Neapolitan Songbook”. Il 28 giugno si proseguirà con “Il soffio di Undine”, uno speciale connubio artistico firmato dalla flautista Ylenia Cimino e dal pianista Fabio Silvestro.

Il 20 settembre la sala Circolo Canottieri si colorerà dei “Colori del Novecento”, un caleidoscopico concerto guidato dal clarinetto di Giambattista Ciliberti e dal pianoforte di Piero Rotolo che presenterà memorabili brani di inizio Novecento.

Il programma andrà avanti l’11 ottobre, con “Di addii e di lontananze”, quando la celebre soprano lituana Jolanta Stanelyte sarà affiancata da Gaetano Di Bacco (sax) e Guido Galterio (pianoforte) in un viaggio sentimentale nella musica.

L’8 novembre sarà la volta della giovane violinista sarda Greca Puddu, vincitrice anch’essa del primo premio al “Concorso Internazionale Emilia ed Elsa Gubitosi” organizzato dalla Fondazione F. M. Napolitano. Infine, la cornice della sala del Circolo Canottieri sarà salutata il 6 dicembre con uno speciale concerto di Natale.

Dopo l’inaugurazione in quintetto del 25 gennaio, “I Virtuosi di Sansevero” proseguiranno i loro concerti, in location d’eccezione, tra palazzi, chiese e musei di Napoli, affiancando artisti ospiti di fama internazionale.

Il 16 febbraio (ore 18:30), nell’incantevole cornice del NapHub, giovane centro d’innovazione ospitato nelle sale di Villa Sanfelice di Monteforte, il Direttore artistico dei Virtuosi di Sansevero Riccardo Zamuner si esibirà in quintetto con artisti ospiti d’eccezione: il violinista Gabriele Pierannunzi, i violisti Simonide Braconi e Francesco Fiore e la violoncellista Silvia Chiesa.

Appuntamento imperdibile per il pubblico appassionato il 20 marzo, quando il M° Vincenzo Bolognese, violino di spalla del Teatro dell’Opera di Roma, e il violista e compositore Francesco Fiore insieme ai Virtuosi di Sansevero Riccardo Zamuner (violino), Andrea De Martino (viola) e Arianna Di Martino (violoncello), eseguirà, oltre a un quintetto di Antonín Dvořák, un quintetto di Francesco Fiore in prima assoluta.

Il 13 maggio, al Circolo Nazionale dell’Unione, I Virtuosi di Sansevero Riccardo Zamuner (violino), Andrea De Martino (viola) e Ludovica Rana (violoncello), affiancheranno il pianista bulgaro Lyudmil Angelov, considerato uno dei maggiori interpreti contemporanei dello strumento.

Il 5 giugno, in sede da definire, il giovane talento ospite Gennaro Cardaropoli, premiato agli International Classical Music Awards 2022 come “YOUNG ARTIST OF THE YEAR 2022”, presenterà un programma intitolato “Il virtuosismo italiano” affiancato da Riccardo Zamuner (violino), Ivos Margoni (violino), Andrea De Martino (viola), Arianna Di Martino (violoncello), Gianluigi Pennino (contrabbasso).

Doppio appuntamento estivo sull’isola azzurra per I Virtuosi di Sansevero. Il 2 luglio, a Capri, con Riccardo Zamuner (violino), Andrea De Martino (viola), Raffaella Cardaropoli (violoncello), Emanuele Delucchi (pianoforte) che accoglieranno il violino ospite di Simone Bernardini, artista attivo sulle scene mondiali e violinista dei Berliner Philarmoniker. A seguire, alla fine dello stesso mese, all’interno del festival “Dal Barocco al Jazz” ad Anacapri, l’ensemble de I Virtuosi di Sansevero al completo affiancherà la violinista sarda Anna Tifu, una delle migliori interpreti della sua generazione.

Il 27 settembre, in sede da definire, Riccardo Zamuner (violino) e Ludovica Rana (violoncello) accompagneranno il pianista Giuliano Mazzoccante, italiano riconosciuto a livello internazionale.

A ottobre (in data ancora da definirsi), sarà la volta di uno dei massimi esponenti della Scuola pianistica napoletana: Francesco Nicolosi, che sarà affiancato per l’occasione da I Virtuosi di Sansevero in quintetto. A novembre, omaggio a Beethoven in quartetto..

Grande evento , infine, per la chiusura d’anno: a dicembre, nel suggestivo Teatrino di corte di Palazzo Reale, l’organico completo de Virtuosi di Sansevero accompagnerà per un “Concerto di Natale” il violoncellista Luigi Piovano, da oltre vent’anni primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Non solo musica classica, però. Quattro appuntamenti di grande jazz, infatti, popoleranno la stagione napoletana 2023 della Fondazione F. M. Napolitano, grazie alla sezione “Pignatelli in Jazz”, curata da Emilia Zamuner e in scena nella meravigliosa Villa Pignatelli la domenica mattina.

Si parte il 5 marzo con il cantautore e pianista Ernesto Marciante, già vincitore del Premio Lunezia 2011 e oggi brillante content creator impegnato nell’educazione musicale sui social. Il 12 marzo sarà la volta del “Trio di Salerno”, con Sandro Deidda al sax, Guglielmo Guglielmi al pianoforte e Aldo Vigorito al contrabbasso.

Si proseguirà il 19 marzo con il grande bandoneonista Daniele di Bonaventura, accompagnato dall’Orchestra d’archi diretta da Nicola Colafelice, che presenterà un concerto dal titolo “Arie e Danze”. Conclusione affidata alla direttrice artistica della sezione Emilia Zamuner, che il 26 marzo, con Massimo Moriconi al contrabbasso, Flavio Boltro alla tromba e il quartetto d’archi Sea Quartet, presenteranno “Sanremo è…”, il loro ultimo lavoro dedicato alle canzoni vincitrici dei vari Festival di Sanremo arrangiate per l’occasione da Vittorio Pasquale.

A questi eventi, inoltre, si affiancherà una programmazione dedicata alle scuole della città metropolitana e della periferia, i concerti aperitivo, e i concerti d’organo in ricordo di Franco Michele Napolitano.

Con l’arrivo della stagione estiva, infine, la stagione concertistica della Fondazione F. M. Napolitano continuerà ad Anacapri con la XXI edizione del Festival Dal barocco al jazz ospitata dalla terrazza dell’Hotel Caesar Augustus e con la XXIV edizione di anacaprifamusica in scena nelle piazze e nei giardini dell’isola azzurra.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie