Privacy Policy Asp omologa gli impianti dei pozzi di Tempa Rossa. Primo e unico caso in Italia - Sud Notizie
News
Asp omologa gli impianti dei pozzi di Tempa Rossa. Primo e unico caso in Italia

POTENZA – Sottoscritto mercoledì 3 agosto il verbale di “omologazione degli impianti elettrici” nel sito di Total Eenrgies a Tempa Rossa, insediamento ad alto rischio di esplosione. È un atto che costituisce il sugello ad un percorso lungo e laborioso che ha visto impegnata l’ASP di Potenza attraverso le professionalità della U.O.C. di Prevenzione e Protezione Impiantistica dei Luoghi di Lavoro.

Omologati dall’Azienda Sanitaria di Potenza gli impianti elettrici presenti nelle aree del giacimento Tempa Rossa a seguito di un lavoro di monitoraggio, durato due anni, e che ha riguardato cinque pozzi situati nella provincia di Potenza. Si tratta del Centro di stoccaggio Gpl di Guardia Perticara, del Centro Olio di Corleto Perticara e delle condutture tra le varie aree della “Concessione Gorgoglione”.

Nella sede di Total Energies a Guardia Perticara si è concluso l’iter delle verifiche ed è stato sottoscritto il verbale di omologa tra il Direttore Generale della Asp Luigi D’Angola, il Direttore dell’Unità di Prevenzione e Protezione Impiantistica dei luoghi di lavoro, Rocco Zaccagnino, il direttore HSE Ferruccio Ferrucci. Presenti anche i funzionari che hanno condotto sul campo il lavoro di ispezione.

“Gli impianti monitorati”- ha affermato Zaccagnino- “rispondono ai più stringenti requisiti in materia di sicurezza del lavoro. Fondamentale è stato il lavoro attento e puntuale dell’U.O.C. Prevenzione Protezione Impiantistica Luoghi di Lavoro chiamata ad effettuare verifiche e controlli periodici finalizzati ad accertare il mantenimento delle condizioni di sicurezza soprattutto in quei luoghi di lavoro ritenuti “a rischio”.

Le verifiche hanno riguardato la corretta installazione delle apparecchiature elettriche, della rete di terra, dei dispersori per scariche atmosferiche e dei collegamenti equipotenziali tra le strutture metalliche. La rilevante quantità di attrezzature elettriche da esaminare ha reso necessario individuare anche un metodo statistico che potesse prevedere l’estrazione casuale di un campione rappresentativo, effettuando in campo delle operazioni programmate comprendenti anche le verifiche strumentali come la misura della rete di terra e continuità delle masse metalliche documentate da puntuali rilievi fotografici”.

Soddisfazione per questo traguardo raggiunto è stata espressa dal Direttore Generale f.f. delGenerale f.f. dell’ASP,per cui “con questo atto, di esclusiva competenza dell’Azienda Sanitaria, si completa il procedimento di omologazione degli impianti della concessione mineraria “Gorgoglione”, avendo già omologato nei mesi scorsi i 5 pozzi, il Centro GPL, i 3 impianti di intercettazione (BVS), il Nodo Corleto (punto di collegamento con l’oleodotto Val d’Agri – Taranto e punto di connessione alla rete SNAM Rete Gas). L’attività di omologazione interesserà l’U.O. anche nei prossimi mesi e negli anni a venire in caso di modifiche e/o aggiunte agli impianti già realizzati ed omologati. Degno di apprezzamento- ha continuato il Direttore D’Angola- è anche l’approccio metodologico utilizzato dall’U.O.C. di Prevenzione e Protezione Impiantistica dei Luoghi di Lavoro che pone la prevenzione primaria come cardine della sicurezza negli ambienti di lavoro e il “modus operandi” del pubblico come riferimento culturale, metodologico e sostanziale delle attività di prevenzione”. Per la prima volta in Italia, da quando è variata la direttiva nazionale, è un’azienda sanitaria a farsi carico di una omologazione di tale portata e di così elevata complessità con l’impiego di elevate ed esclusive competenze tecnico-professionali. In precedenza, come accaduto per gli Impianti E.N.I. della Val D’Agri, tale verifica era stata effettuata direttamente dall’Ufficio Nazionale Minerario Idrocarburi e Georisorse – U.N.M.I.G.

Un plauso il Direttore lo ha fatto “alle capacità, all’impegno e alla dedizione dei tecnici dall’U.O.C. di Prevenzione e Protezione Impiantistica dei Luoghi di Lavoro dell’ASP che hanno concorso al raggiungimento di tale risultato unico in Italia.

“L’occasione della firma del verbale di omologazione stigmatizza” -:ha concluso il Direttore D’Angola- “la centralità che nell’ASP viene data alla Prevenzione in coerenza alla collocazione che nel panorama regionale assume l’ASP quale Azienda Sanitaria Territoriale pura”.

“L’omologazione degli impianti elettrici del sito di Tempa Rossa, ottenuta dall’Azienda Sanitaria di Potenza dopo un lungo e accurato lavoro di verifica, è un risultato di assoluta rilevanza per TotalEnergies – ha affermato il Direttore HSE di Total Ferruccio Ferrucci -. Essa rappresenta un’ulteriore conferma della piena conformità dei nostri impianti ai requisiti normativi e dell’elevato livello di sicurezza che essi garantiscono ai lavoratori e all’ambiente circostante. L’omologazione, altresì, testimonia il rigore adottato dalla nostra società su questi temi e la diligenza del proprio personale nello svolgimento di attività così importanti”.

Soddisfazione per la conclusione del procedimento viene espressa anche dall’Assessore Francesco Fanelli per il quale “di eccezionale rilievo è l’attenzione particolare che l’azienda sanitaria, in linea con gli indirizzi della Regione Basilicata, dedica agli insediamenti produttivi e, nello specifico, a quelli di particolari dimensioni ed a più alto rischio di impatto che insistono sul territorio della provincia”. L’Assessore Fanelli ha inoltre ribadito che l’atto firmato a Tempa Rossa “costituisce segno tangibile della proficua e sinergica collaborazione tra la titolarità degli insediamenti produttivi e l’Azienda Sanitaria nel perseguimento del comune obiettivo di tutela preventiva del bene salute dei lavoratori e della collettività intera”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie