Privacy Policy Associazione Scarlatti, The Tallis Scholars interpretano Desprez - Sud Notizie
News
Associazione Scarlatti, The Tallis Scholars interpretano Desprez

NAPOLI – Il compositore franco-fiammingo Josquin Desprez, il Michelangelo della Musica, morì 500 anni fa dopo una vita musicale trascorsa alle corti di potenti e pontefici. The Tallis Scholars, rinomato ensemble britannico che vanta oltre 2000 concerti e 73 dischi, gli rende omaggio con una tournée che tocca le più importanti città italiane. Venerdì 26 novembre 2021 al Teatro delle Palme alle ore 20.30. i Tallis, diretti da Peter Philips, che è anche il fondatore del gruppo, porteranno a Napoli per la Associazione Alessandro Scarlatti il loro programma Josquin 500, già confluito in un CD premiato dalla rivista inglese Gramophone come miglior disco 2021 nella categoria Early Music.

Peter Philips

“La determinazione dei Tallis Scholars a celebrare Josquin des Prez, morto 500 anni, ci ha portato a concentrarci sulle sue 18 messe, che abbiamo registrato integralmente – spiega Peter Phillips – L’ultima di queste registrazioni, e il nostro programma di questa sera, include l’iconica “Missa Hercules dux Ferrariae”, la cui fama si basa sul modo in cui Josquin si riferiva al suo patrono praticamente in ogni battuta della sua composizione. Questo è stato fatto prendendo le otto sillabe del nome di Ercole e mettendo le stesse otto note, più e più volte. Il risultato è completamente ipnotizzante. Ma per dissuadere tutti dal cadere in trance, abbiamo diviso i movimenti della Messa con una varietà di altri brani, composti esattamente per le stesse voci. Il “Veni sancte spiritus” e lo “Stabat Mater” di Josquin, insieme ad alcune tessiture molto diverse di Palestrina e Byrd, sono stati concepiti per mettere insieme una serata affascinante di grande polifonia, spaziando su un secolo di tempo.”

The Tallis Scholars sono stati fondati nel 1973 dal loro direttore Peter Phillips. Attraverso incisioni e concerti, si sono affermati e rapidamente imposti al pubblico di tutto il mondo come uno dei gruppi più prestigiosi di musica vocale. È infatti grazie all’attento lavoro sull’intonazione e sulla fusione timbrica delle voci che Peter Phillips ha cercato di creare una purezza e una chiarezza di suono assolute, presto divenuta la cifra stilistica che li caratterizza.

I Tallis tengono circa 70 concerti l’anno nelle maggiori sale, chiese, festival e teatri d’Europa, Stati Uniti, Australia e Giappone (dove hanno compiuto più di 10 tournée). Nell’aprile del 1994 The Tallis Scholars hanno cantato all’inaugurazione dei restaurati affreschi di Michelangelo nella Cappella Sistina e pochi mesi prima hanno celebrato il IV centenario della morte di Palestrina con un concerto nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, dove Palestrina era stato maestro di cappella. Nel dicembre del 1998 hanno festeggiato il loro millesimo concerto a New York. Nello stesso anno si sono esibiti in Italia (a Ferrara, su invito di Claudio Abbado) e a Londra nella National Gallery, in uno speciale concerto in occasione del loro venticinquesimo anniversario, eseguendo in prima assoluta un lavoro composto per loro da John Tavener con Sting come voce recitante, e successivamente, nel 2000 a New York, con Paul McCartney.

Parte della reputazione di The Tallis Scholars deriva dalla collaborazione con la casa discografica Gimell Records, fondata da Peter Phillips e Steve Smith nel 1981 con l’obiettivo di incidere esclusivamente le loro esecuzioni. Molte hanno ricevuto prestigiosi premi, tra i quali “Record of the Year” della rivista «Gramophone» (la prima volta che il premio è stato attribuito a un complesso di musica antica) e due “Diapason d’or de l’année”. Nel 2013 i Tallis Scholars hanno festeggiato i 40 anni dalla fondazione.

www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie