Privacy Policy Cerrca(u)tori di felicità: il futuro del mondo salvato dai piccoli - Sud Notizie
News
Cerrca(u)tori di felicità: il futuro del mondo salvato dai piccoli

PROCIDA (Na) – Volge al termine, con la consueta festa/festival finale in programma a Procida da martedì 20 a venerdì 23 settembre, la quarta edizione del format culturale, educativo e sociale “Il mondo salvato dai ragazzini”, inserito nel programma di Procida Capitale italiana della cultura 2022. Tema scelto dal progetto per questo anno speciale è «Cerca(u)tori di felicità: il futuro del mondo salvato dai piccoli»: e saranno infatti proprio loro, i bambini e ragazzi dell’Isola con le loro famiglie e docenti, i primi protagonisti degli eventi di una restituzione educativa corale, condivisa con autorevoli esponenti della letteratura giovanile, specialisti e formatori che, da gennaio fino a maggio, hanno affiancato la comunità educante procidana in un ricco e articolato percorso formativo di incontri, confronti, seminari e laboratori.

Il progetto, ideato e curato dal 2016 dall’Associazione culturale Kolibrì e ispirato dall’omonimo libro del ’68 di Elsa Morante, è promosso dal Comune di Procida in collaborazione con la rivista Andersen-il mondo dell’infanzia, l’ente nazionale di formazione Agita Teatro, gli istituti scolastici IC-1CD ”A. Capraro” e ISS “F. Caracciolo – G. Da Procida” (in rete con altre scuole campane e nazionali), l’Associazione Isola di Graziella, la Biblioteca Comunale “Don Michele Ambrosino”, le librerie Graziella e Nutrimenti di Procida e Bibi di Napoli e altre realtà nazionali e locali come Le Nuvole / Casa del Contemporaneo con Sala Assoli, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e, quest’anno, pure l’associazione “La Luna al guinzaglio” di Potenza. Un’ampia rete in progress che gode anche del sostegno di BPER Banca, che ha creduto nel valore trasformativo di un originale processo culturale, formativo e di coesione sociale, svolto tra Procida e Napoli, che pone al centro la comunità educante in dialogo con i migliori protagonisti della civiltà dell’infanzia contemporanea e della filiera editoriale specializzata per bambini e ragazzi – anche attraverso gemellaggi simbolici con altre realtà – per disseminare buone pratiche di una precoce Reading Literacy attenta al valore relazionale dei libri.

Lo hanno testimoniato, nei ripetuti “incontri ravvicinati d’autore” in presenza a Procida e a Napoli gli autori – scrittori, poeti, illustratori e artisti – vincitori dell’edizione 2022: Arianna Papini (con il suo albo illustratoFelicità è una parola semplice, Camelozampa), Fabian Negrin (autore di testo e immagini di Come?Cosa?, Orecchio Acerbo), Cosetta Zanotti e Lucia Scuderi (autrici del poetico “picture book” Vorrei dirti, Fatatatrac) e gli autori dell’Atlante dei luoghi immaginati. Città, isole e paesi delle grandi storie, Edt Giralangolo, volume su un secolo di grandi classici: lo scrittore Anselmo Roveda e l’artista Marco Paci, coinvolto anche in due installazioni di arte collettiva e partecipata dai ragazzi delle scuole dell’Isola, a Procida (“L’Isola della felicità condivisa” con i suoi luoghi e personaggi del cuore) e a Napoli, con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti, ulteriori tasselli di un mosaico più ampio di creatività trasformat(t)iva e bellezza condivisa in costante divenire. Ulteriore valore aggiunto di questa edizione speciale, i seminari e laboratori residenziali offerti dal progetto a un gruppo di docenti di Procida sul tattilismo, l’educazione plurisensoriale, i libri d’artista e l’editoria tattile, non riservata solo ai ciechi e agli ipovedenti ma inclusiva per tutti: a partire dalle armonie tattili di Filippo Tommaso Marinetti nel centenario del manifesto del Futurismo, condotti da specialiste come Laura Anfuso (poetessa, formatrice e studiosa di letteratura per l’infanzia) e l’artista Marcella Basso, che hanno generato prototipi di tavole tattili realizzate dalle docenti stesse e replicabili in classe con i loro bambini e ragazzi. Per l’evento conclusivo, il Mondo salvato dai ragazzini ritorna in presenza a Procida, con un programma ricco di proposte e partecipazione comunitaria. Si comincia con una pre-festa/festival il 20 e il 21 settembre, con i Cantieri della Gioia (laboratori sul campo con i bambini e le bambine di Procida a cura di Agita Teatro e Kolibrì tra corpo, voce e colori) e si prosegue con la festa vera e propria.

Il via giovedì 22 settembre con l’inaugurazione, alle 10:00 nella Biblioteca Comunale a Terra Murata, della mostra collettiva realizzata dopo i seminari di formazione del percorso progettuale, dal titolo «Con-tatto: un ponte per la Biblioteca Errante», che ospita anche i libri d’artista creati dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli coordinati dalle docenti Enrica D’Aguanno e Daniela Pergreffi accanto agli Atlanti Babelici di Procida (raccontata dall’artista e docente Nico Granito), Napoli, Catanzaro, Palermo, Bari, Metaponto e Marsala dell’omonimo progetto internazionale di leporelli d’artista per una Biblioteca Errante (curato da Rossana Cafarelli dell’Associazione La luna al guinzaglio di Potenza), che costruisce un itinerario ri/generativo attraverso varie tappe di città marine del Mediterraneo tra parola poetica, materia, immaginazione e percezione tattile. Alla presenza degli autori e curatori delle tre sezioni in mostra, accoglienza e firmacopie degli scrittori, poeti e artisti vincitori del premio Il mondo salvato dai ragazzini 2022, con i saluti istituzionali del sindaco Raimondo Ambrosino, del direttore della Biblioteca Pasquale Lubrano Lavadera, delle presidi Rossella Salzano e Maria Saletta Longobardi e le testimonianze delle comunità educanti e dei formatori coinvolti nel progetto. A seguire, sempre il 22 settembre alle ore 11:30, in scena presso la prestigiosa sede di Palazzo d’Avalos un reading omaggio a Elsa Morante nei 110 anni della nascita della scrittrice romana legata a Procida: «Lo scialle andaluso», a cura di Nunzia Antonino, Carlo Bruni e Sergio Antonino (una produzione sistema Garibaldi/Linea d’Onda). Nel pomeriggio, focus con tutta la comunità educante sulla restituzione creativa dei bambini, ragazzi, docenti e famiglie che hanno lavorato sui libri degli autori vincitori: l’appuntamento è alle ore 16:00 nell’open space del plesso Flavio Gioia dell’IC.Capraro.

Gran finale venerdì 23 settembre. Si parte alle 10:00, con la «Promenade des Enfants»: evento di piazza e output dei Cantieri della Gioia, un’azione scenica pubblica, collettiva e itinerante in 4 tappe, dal Porto/Marina Grande fino a Terra Murata, con i ragazzini coinvolti nel progetto. Si prosegue alle 15:00, con l’ultimo Cantiere della Gioia dedicato alla musica: un laboratorio sul campo a cura del musicista Maurizio Capone, con i ragazzi della Secondaria di secondo grado; dalle 17:00 alle 18:00, «Libri in piazza»: firmacopie d’artista con tutti gli autori a Marina Grande e, alle 18:30, cerimonia finale di premiazione della quarta edizione del progetto Il mondo salvato dai ragazzini, sul palco antistante la Chiesa di Santa Maria della Pietà, alla presenza di autorità, autori e artisti di questa edizione e interventi musicali delle artiste procidane Maria Grazia Ritrovato (piano) e Graziella Scotto di Vettimo (voce). A seguire, dalle 20:00, chiusura spettacolare con il concerto interattivo «Come suona il caos» di Maurizio Capone che porterà sul palco i ragazzi di Procida partecipanti al suo laboratorio.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie