News
Cna Federmoda con il Museo del Risparmio per l’educazione finanziaria

ROMA -Un ulteriore tassello viene a comporre il puzzle di RMI – Ricerca Moda Innovazione, la piattaforma di CNA Federmoda dedicata a sostenere il made in Italy attraverso la creazione di connessioni tra il mondo dell’impresa e il mondo dell’istruzione e formazione.

Grazie alla collaborazione attivata tra l’Unione delle imprese del settore moda della CNA e il Museo del Risparmio nell’ambito del Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti, parte integrante di RMI, viene offerta una ulteriore opportunità ai giovani finalisti della 31esima edizione del Concorso, quella di disegnare un guardaroba particolare.

For e Mica la Formica sono le due mascotte del Museo del Risparmio, nato nel 2012 su iniziativa di Intesa Sanpaolo con lo scopo di diffondere l’educazione finanziaria per aiutare le persone a prendere decisioni razionali e informate e adottare i comportamenti corretti per raggiungere i propri obiettivi. Il Museo si avvale di un approccio scientifico e divulgativo grazie alla tecnologia e all’edutainment e utilizza un linguaggio in grado di raggiungere persone di tutte le età e livello di istruzione.

Da due anni, le persone che transitano di fronte al Museo vengono salutate da un piccolo robot che rappresenta Mica la Formica. Questo operoso insetto antropomorfo rispecchia la filosofia del Museo ed è stato deciso di darle maggiore visibilità, coinvolgendola di più nelle attività di diffusione dell’educazione finanziaria. L’idea è quella di trasformarla in una influencer, al passo con i tempi anche con l’abbigliamento, capace di promuovere un approccio sostenibile alla moda.

Mica la Formica vive in vetrina e desidera non deludere i suoi ammiratori. Ha quindi bisogno di un guardaroba che integri e aggiorni i quattro capi che indossa attualmente.

Da qui l’attivazione di una partnership che vede coinvolti i finalisti dell’edizione 2021 del Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti chiamati a disegnare un guardaroba di 8 pezzi, che vesta in maniera adeguata Mica la Formica in occasione della sua partecipazione a prime teatrali o eventi sportivi locali e internazionali, e che la facciano sentire sicura di sé in qualsiasi stagione.

Al vincitore del concorso, che sarà annunciato a Milano nel prossimo mese di settembre, va una borsa di studio di 3000 euro. A lui e a tutti i partecipanti al Concorso, il Museo offre inoltre un percorso formativo teso ad aiutare i giovani ad avvicinarsi al concetto di imprenditorialità.

“Come CNA Federmoda abbiamo accolto con grande piacere lo spunto offertoci dal Museo del Risparmio – dichiara Antonio Franceschini, Responsabile Nazionale CNA Federmoda – cogliendolo come una nuova sfida per i giovani creativi selezionati per questa edizione del nostro concorso e anche come un’ottima opportunità per offrire informazione e formazione a quelli di loro che intenderanno avviare una attività imprenditoriale nel settore moda”. “Tanti dei partecipanti alla nostra manifestazione negli anni scorsi sono oggi titolari di atelier e tanti immaginiamo percorreranno questa strada nel futuro come possiamo vedere anche da analisi che abbiamo dedicato alla situazione del settore e delle imprese di recente costituzione” continua Franceschini.

“Come ormai evidenziato in molti contesti, l’assenza o l’insufficienza di educazione finanziaria porta a fare scelte errate che possono essere rischiose e costose allo stesso tempo, sia per il singolo individuo, sia per l’intera società”. – dichiara Giovanna Paladino, economista, direttore e curatore del Museo del Risparmio di Intesa Sanpaolo. – “Il denaro è uno strumento che aiuta a essere indipendenti e a realizzare i propri obiettivi, a patto di saperlo usare nel modo corretto. Il sistema moda è una delle voci più importanti dell’economia italiana e ci è sembrato interessante, oltre che divertente, avvicinare questi due mondi, facendolo attraverso i giovani, per condividere un concetto fondamentale comunicato al Museo del Risparmio: imparare a gestire i propri soldi non è noioso e complicato. Al contrario può essere divertente e, ciò che più conta, ci aiuta a realizzare i nostri sogni”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie