Privacy Policy Composizioni in real time per oboe e piano con Marika Lombardi e Ivan Leva - Sud Notizie
News
Composizioni in real time per oboe e piano con Marika Lombardi e Ivan Leva

NAPOLI – Mercoledì 23 novembre alle ore 20,30 nuovo appuntamento della XXVI edizione de I CONCERTI D’AUTUNNO organizzati dalla Chiesa Evangelica Luterana di via Carlo Poerio. Protagonista della serata un duo straordinario e particolare duo composto da Marika Lombardi (oboe) e Ivano Leva (pianoforte) che presenteranno Fantasiestücke composizioni in real time per oboe e piano.

“L’idea portante di questa nuova, entusiasmante avventura discografica intrapresa con la straordinaria oboista, nonché amica di lunga data, Marika Lombardi che presentiamo alla Chiesa Luterana – dice Ivano Leva – mi è balenata in un periodo in cui stavo portando in giro con un clarinettista un repertorio da camera che comprendeva, fra gli altri, anche i Fantasiestücke op.73 di Schumann. Il concetto di pezzo “di fantasia, di immaginazione” per duo da camera mi sia rimasto appiccicato addosso, richiamandomi contestualmente anche l’idea di improvvisazione. Ho così unito in un fil rouge l’idea di Fantasiestück, inteso come brano destinato a voler creare una immaginazione indirizzandola verso un riferimento all’universo creativo della composizione estemporanea, tenendoli insieme grazie al comune denominatore di un’unica fonte ispiratrice che ho individuato in delle bellissime foto scattate da Marika. Il rimando all’universo schumanniano mi ha guidato verso una suddivisione dei soggetti fotografici in due diverse categorie: gli Eusebio (ossia le cose di impronta riflessiva, timida) ed i Florestano (cioè i soggetti impetuosi, esuberanti), con ovvio riferimento ai due alter ego in cui Schumann era solito immedesimarsi. Alla quale si aggiunge la figura che Schumann identificava in un terzo alter ego e cioè il Maestro Raro. In pratica, è come se tutte le foto ispiratrici (e le relative improvvisazioni da esse derivate) siano in realtà dei Maestro Raro, contrariamente alla loro apparente natura di Eusebio o Florestano; e questo, a mio avviso, si configura anche come un naturale monito alla società attuale che, a dispetto di tutti i discorsi sull’equilibrio che con così modaiola tendenza imperano, ha invece smarrito totalmente la delicata bellezza della mediazione, finendo per sdoganare ed encomiare il barbaro sopruso condotto in nome del “tutto e subito”, le corse isteriche e forsennate, mortificando in tal modo la cura del tempo ed il senso della memoria”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie