Corato, 4 giorni su se7: residenza artistica per troupe cinematografiche indipendenti

CORATO (Ba) – Ha ufficialmente inizio la prima edizione di “4 giorni su se7”, il contest dedicato agli autori del cinema indipendente che si tiene a Corato fino al 29 aprile 2023, ideata da Arcadia Kinema, con il patrocinio del Comune di Corato e il sostegno della Fondazione Vincenzo Casillo e Buon Campo.

Il taglio del nastro è stato ufficializzato  alla presenza del Direttore Artistico Michele Pinto, il sindaco del Comune di Corato Corrado De Benedittis e l’assessore alle politiche educative e culturali Beniamino Marcone, Martina Fariello, responsabile del portale di Buon Campo, gli studenti del Liceo Artistico “Federico II – Stupor Mundi” di Corato con la tutor del progetto, Patrizia Ricco, e Francesco Martinelli, presidente di giuria del contest.

“4 giorni su se7” è una chiamata alle arti per troupe cinematografiche indipendenti che, nel corso di 4 giorni, saranno ospitati in residenza artistica nella città di Corato e dovranno cimentarsi in un contest.

«Siamo entusiasti di poter realizzare a Corato un contest che trasformerà l’intera città in un set cinematografico e che tende alla valorizzazione della città e del territorio ma anche alla promozione e al recupero dell’identità culturale di ognuno di noi, attraverso il coinvolgimento della collettività ed il linguaggio filmico» – dichiarano il sindaco Corrado De Benedittis e l’assessore Beniamino Marcone.

«Questo Contest ci sembra un’occasione per esprimere la capacità di sognare di una generazione che vive cambiamenti sociali e culturali di grande rilevanza. – le parole di Cardenia Casillo, Presidente della Fondazione Vincenzo Casillo. – Il grande schermo rappresenta una finestra sul mondo soprattutto per i giovani, un’occasione per sviluppare una coscienza critica e per considerare nuovi punti di vista. L’impegno quotidiano della nostra Fondazione mira a valorizzare il territorio e ad incentivare la formazione delle giovani generazioni e questa modalità espressiva risulta particolarmente aggregante e stimolante».

Fino al 29 aprile la città di Corato si trasforma in un vero e proprio set cinematografico a cielo aperto per le troupes che saranno ospiti a Corato in residenza artistica gratuita.

Quattro le troupe cinematografiche, selezionate tra gli oltre 800 artisti che hanno partecipato alle scorse edizioni dell’ Apulia Web Fest – Audiovisuals, Peace and Food, il festival internazionale dedicato al cinema audiovisivo indipendente, diretto dallo stesso Michele Pinto.

Da Catania, la troupe di Burattini senza fili, e composta da Bruno Carmelo Mirabella, Sergio Campisi, Manuela Grimaldi e Noemi Sava. La casa di produzione indipendente no profit, fondata nel 2006 a Catania da Mirabella, è attiva sia nel campo del teatro che del cinema, ed è impegnata nella valorizzazione della cultura e del territorio locale e nella promozione di progetti artistici a impatto sociale, oltre a progetti didattici per bambini in aree a rischio, spettacoli per ospedali e istituti di detenzione minorili.

Proviene da Roma la troupe di Orefilm, casa di produzione audiovisiva italiana, fondata nel 2019 da Fabrizio Byron Rink, Alessio Giorgi, Daniele Zaccardo e Stefano Diaferia. Con all’attivo videoclip musicali, web series e cortometraggi, la Orefilm si è distinta nel settore riscuotendo notevoli apprezzamenti di critica e prestigiosi riconoscimenti nei festivals internazionali. Collaborando con personalità importanti del cinema del terrore con la webserie “Fantasmagoria”, si caratterizza per le tinte horror e noir dei suoi lavori.

Due le troupe napoletane. La NaNo Film è uno studio di produzione che si occupa di ideazione e realizzazione contenuti per web, social e campagne promozionali e della realizzazione di cortometraggi, fiction, documentari e series, Produzione Esecutiva e Crew Rental. Composta da Vincenzo Lamagna, Gelsomina Prositto, Luca Basso, Nadia Cortellessa, Raoul Lamagna, Barbara Carbone, la NaNo Film è ideatrice del NaNo Film Festival e si occupa di forme di contenuto differenti per differenti obiettivi e target.

I soliti ignoti è una troupe capitanata da Brando Improta, autore e regista con all’attivo diverse produzioni e riconoscimenti in festival internazionali di settore. Scrittore e attore, è apparso di recente sul grande schermo nel cast del film “La stranezza” di Roberto Andò. Al suo fianco Martina Maria Monti, Alfonso Perugini e Giuliano Carmosino, tutti artisti con esperienza in ambito teatrale e cinematografico, che vantano collaborazioni prestigiose, da Paolo Sorrentino al National Geographic. Molte delle loro produzioni sono disponibili su Amazon Prime Video.

Ogni squadra dovrà realizzare un video in full HD o 4K – della durata max di 15 minuti – di fiction o documentaristico su storia, cultura, patrimonio e folklore del territorio, con l’ausilio di 12 piccoli reportage, realizzati dagli studenti del Liceo Artistico “Federico II-Stupor Mundi” di Corato, attraverso un percorso PCTO col coordinamento del regista Michele Pinto e dello sceneggiatore Raffaele Tedeschi.

Nella serata del 29 aprile, saranno proiettati tutti i lavori filmici prodotti fra i quali sarà decretato il vincitore dalla giuria, presieduta dal regista, autore ed educatore teatrale Francesco Martinelli, composta da membri dello staff tecnico, esponenti dell’amministrazione comunale, privati cittadini e dagli studenti del Liceo Artistico “Federico II-Stupor Mundi” di Corato.

Portando professionisti del settore cinematografico indipendente in residenza artistica a Corato, per vivere, scoprire e poi raccontare con l’arte dell’audiovisivo la città, “4 giorni su se7” rappresenta una occasione esclusiva e prestigiosa di valorizzazione della ricchezza e del patrimonio artistico, culturale, architettonico, sociale, folkloristico ed enogastronomico di Corato e del suo territorio, nonché del suo tessuto commerciale.

“4 giorni su se7” intende promuovere la qualità del cinema indipendente, che si avvale di alte professionalità e avanzate tecnologie, attraverso un coinvolgimento esteso della cittadinanza e delle realtà esistenti sul territorio, rendendo accessibile il linguaggio filmico e le nuove tecnologie a cittadini di ogni età.

L’iniziativa si avvale anche della collaborazione dell’Associazione Culturale Morpheus Ego, di Curiosity Studio di Francesco Pinto, e del Corso di Filmmaking e Cinematografia dell’ Accademia di Arti VisiveStazione 47” di Lecce.

Il 28 aprile, nell’Auditorium del Liceo Artistico Federico II Stupor Mundi di Corato, le direttrici dell’Accademia, Giusiana Ferrucci e Pamela Morgagni, interverranno come moderatrici del Panel, aperto a tutti, “Sguardi al femminile – La cinematografia vista e vissuta dalle donne” sulla parità di genere nel mondo delle arti visive e del cinema, attraverso la testimonianza diretta di diverse donne professioniste in ambito cinematografico.

Seguirà la proiezione del cortometraggio “Abulivia” diretto da Michele Pinto, scritto e interpretato da Francesco Tammacco. Presentato in anteprima nazionale lo scorso marzo a Milano e già in selezione in diversi festival internazionali, “Abulivia” è l’emblema del legame con la Puglia e con gli ulivi che la rappresentano nel mondo e racconta delle condizioni dei giovani del Sud che, come gli alberi, partono all’insegna del mondo, con una valigia piena di precarietà ed inadeguatezza delle politiche sociali, e lasciando un vuoto che si fa grido di dolore e di speranza.

(ph. Enzo Paparella / courtesy by “4 giorni su se7”)

 

CONDIVIDI L’ ARTICOLO

Articoli correlati

Ultime notizie