News
Federparrucchieri riparte dalla formazione, 15 incontri dal 24 maggio

CASERTA – La Federazione regionale parrucchieri Confcommercio Campania si riorganizza e riparte con un ciclo di formazione e aggiornamento destinato agli apprendisti, ai dipendenti dei saloni e a quanti desiderano migliorare le proprie performance. Quindici giornate teorico-pratiche al via a Caserta, nella sede di via Renella, da lunedì 24 maggio sulle tecniche di taglio e colore, sulle acconciature scenografiche, sulle diverse modalità adottate per le permanenti maschili e femminili e su numerosi altri aspetti della professione.

I corsi, organizzati da Confcommercio e rigorosamente gratuiti, saranno tenuti da noti coiffeur della Campania, esperti del settore, scelti dal Consiglio direttivo dell’associazione. Si tratta di Francesco Annunziata, Domenico Ascione, Bruno Carusone, Tina D’Orta, Antonio Di Cecio, Gerardo Di Genova, Concetta Di Lillo, Donato Diana, Luigi Merola, Michele Monaco, Enzo Petrella, Alberto Provvido, Fabio Russo, Alfredo Tranquillino e Giovanni Verrone.

L’obiettivo di questi incontri è quello di elevare la qualità della formazione nel mondo dei parrucchieri, fornire più servizi alla categoria e al tempo stesso tutelare la professionalità di ciascuno. “L’emergenza Covid – si legge in una nota della Federazione – ha inferto un duro colpo al settore ma ci ha insegnato l’importanza di essere uniti per fronteggiare e superare le difficoltà comuni. Con la squadra di Federparrucchieri abbiamo deciso di rilanciare l’immagine di un settore a lungo maltrattato e bistrattato che negli ultimi anni sta riconquistando la sua centralità e la sua importanza proprio grazie a quell’unità di intenti della quale, grazie anche a Confcommercio, abbiamo deciso di farci portatori. Non potevamo non ripartire dai giovani, dalle nuove leve, da chi si accosta con entusiasmo a questo mondo, ansioso di conoscere e imparare i segreti del mestiere”.

I corsi avranno una cadenza quindicinale e si svolgeranno nel rispetto di tutte le disposizioni anti Covid.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie