News
Fim e Cisl Campania: garantire lavoro a partire da Whirlpool

NAPOLI – Si è tenuta oggi la video-call con la Regione Campania rappresentata dal vice-presidente Bonavitacola, l’Assessore Marchiello, Cgil, Cisl,UIL e Fim Fiom e Uilm per fare un punto sulla delicata vertenza Whirpool di Napoli.

“Come Fim e Cisl della Campania – affermano Doriana Buonavita e Raffaele Apetino, rispettivamente segretaria della Cisl Campania e  Fim Cisl Campania – abbiamo apprezzato la convocazione di oggi da parte della Regione, ma anche oggi a distanza di due anni e a 15 giorni dallo sblocco dei licenziamenti abbiamo ribadito che è necessario per i lavoratori di Whirlpool di Napoli e l’indotto  una riposta industriale seria e di prospettiva, una soluzione dignitosa e rispettosa della lotta che hanno intrapreso i lavoratori da oltre due anni”.

Per i due rappresentanti sindacali “il settore elettrodomestico ed in particolare la multinazionale Whirpool in Italia è l’unico che durante e dopo la pandemia sta avendo risultati importanti in termini di ordinativi e fatturato, ma nonostante ciò a Napoli la multinazionale americana ha annunciato la chiusura, in altri stabilimenti ha la necessità di nuove assunzioni”.

“Ci aspettiamo come Fim e Cisl della Campania – concludono Buonavita e Apetino – che arrivi subito la convocazione al Ministero dello Sviluppo economico in tempi rapidi, entro il 30 giugno. Bisogna fare tutti uno sforzo importante affinché si possano garantire il lavoro alle 357 lavoratori del sito di Napoli e dell’indotto se davvero si vuole salvare l’industria in Campania”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie