News
Gentile (Confartigianato): Buone prospettive per le pmi legate al turismo

MATERA – “Le imprese artigiane nei settori interessati da domanda turistica – che in Basilicata rappresentano il 15,9% del totale e in provincia di Matera vanno oltre, sino al 17% – guardano con fiducia alle prospettive dell’economia turistica nell’estate 2021 all’insegna del recupero delle pesanti perdite registrate a seguito della pandemia, che ha visto lo scorso anno dimezzarsi il numero delle presenze turistiche totali”. A sostenerlo è Rosa Gentile, presidente Confartigianato Matera aggiungendo che la campagna di tracciamento per il personale delle attività turistiche e per i turisti ha bisogno di essere rafforzata specie a Matera, nel Metapontino e a Maratea, dove da giorni si concentrano i più consistenti flussi turistici per la nostra regione e dove si registra il maggior numero di addetti. “Contestualmente – aggiunge – deve essere intensificata la campagna vaccinale in tutta la regione dando priorità ai soggetti fragili e ai dipendenti di pmi fortemente impegnate nei servizi turistici”.

La recente rilevazione dell’Istat sulle prospettive di vacanza degli italiani indica che il 50,1% della popolazione ha intenzione di andare in vacanza nell’estate del 2021 in località diversa da quella di residenza: nel periodo di rilevazione di maggio il 22,3% lo ritiene certo e il 27,8% probabile. Nell’estate 2021 la destinazione prevalente delle vacanze è l’Italia: il 33,3% sceglierà la regione di residenza mentre il 63,6% opterà per un’altra regione italiana. Solo il 6,2% dei rispondenti prevede di andare all’estero. L’uso del veicolo privato prevale, indicato dell’84% del totale, in forte crescita rispetto al 62,9% della media dei viaggi di vacanza del 2019 e al 65,3% del 2018 che hanno utilizzato auto, caravan e camper.

Va ricordato che sul turismo estivo l’Italia ha una indiscussa leadership europea, collocandosi al primo posto tra i 27 paesi dell’Unione europea per presenze turistiche totali nei mesi estivi di giugno, luglio, agosto e settembre.

L’Istat ha registrato una sensibile caduta del turismo dei residenti ad agosto 2020 verso le destinazioni più tradizionali e affollate, in primis le grandi città (-29%), e i comuni a vocazione marittima (-18%). In parallelo si è registrata la scoperta (+7%) dei comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica e i comuni del turismo lacuale (+25%), mentre si è osservata una tenuta (-0,2%) dei comuni a vocazione montana. In generale sono stati privilegiate località in cui – grazie agli ampi spazi – si riducono gli affollamenti e che dispongono di una adeguata ricettività extra alberghiera (agriturismi, open air ecc.).

Confartigianato evidenzia che una quota rilevante dei consumi turistici per shopping e altre spese come trasporto, alloggio e ristorazione può essere intercettata dalle piccole imprese e dall’artigianato. Alla fine del primo trimestre 2021 le imprese artigiane operanti in attività interessate dalla domanda turistica sono 203.055, pari al 15,8% dell’artigianato totale e danno lavoro a 553.078 addetti. In chiave settoriale il comparto più rilevante è l’Abbigliamento e calzature che conta 43.002 imprese (21,2% del totale), seguito da Altre attività manifatturiere e dei servizi 39.720 imprese (19,6%), comparto che comprende importanti attività dell’artigianato nella fotografia, cornici, gioielleria e bigiotteria, ceramica e vetro, lavorazione artistiche del marmo, del ferro, del rame e dei metalli, cure per animali domestici, centri benessere e palestre. Seguono Agroalimentare 38.345 imprese (18,9% del totale), Trasporti con 33.906 imprese (16,7%), Ristoranti e pizzerie con 31.583 imprese (15,6%), Bar, caffè, pasticcerie con 14.983 imprese (7,4%) ed il restante 0,7% è rappresentato da 1.516 imprese operanti di Attività ricreative, culturali, intrattenimento, Strutture ricettive e Giornali, guide ed editoria.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie