News
Giornata della legalità, Toma: partire dalla scuola

CAMPOBASSO – “Ricordare le vittime della mafia,  commemorare le donne e gli uomini uccisi nelle stragi di Capaci e via D’Amelio, favorire l’educazione alla legalità nei cittadini di domani: è questo l’obiettivo della Giornata che si celebra il 23 maggio”: è il messaggio del presidente della Regione Molise, Donato Toma, che ricorda come i magistrati Falcone e Borsellino, accomunati dallo stesso tragico destino, sono stati e rimarranno esempi di assoluta onestà e rettitudine per il Paese. “Hanno combattuto la mafia con tutte le forze – prosegue Toma -. Il loro impegno, la loro dedizione, il loro sacrificio sono la testimonianza che non bisogna mai abdicare allo Stato e alle sue leggi, pur in presenza di condizioni proibitive ed estremamente difficoltose, come quelle in cui si trovarono ad operare”.

Per il presidente della Regione Molise le varie iniziative promosse negli anni dal Ministero dell’Istruzione, dalla Fondazione Falcone e da altre associazioni che hanno come scopo la cultura della legalità e la lotta alle mafie servono non solo a tenere viva la memoria di eventi drammatici e, per taluni versi, enigmatici della nostra storia, ma anche a trasmettere ai più giovani messaggi valoriali fondamentali per il processo di crescita e per il futuro inserimento degli stessi nella società quali cittadini responsabili.

“Oggi, più che mai – conclude Donato Toma -, è necessario investire in istruzione e formazione partendo proprio dalla scuola, luogo dove si pongono le fondamenta per la costruzione di una corretta educazione alla legalità”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie