News
Il Ministro Bernini apre l’anno accademico del Suor Orsola

NAPOLI – Ci sarà il Ministro dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini, ad inaugurare formalmente il nuovo anno accademico dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, ripartito quest’anno con la grande novità del primo corso di laurea magistrale nel Mezzogiorno in “Digital Humanities per le materie letterarie e i beni culturali” (con iscrizioni aperte fino al 31 marzo 2023).

L’appuntamento con la solenne cerimonia è fissato per venerdì 20 Gennaio alle ore 11 nell’aula magna del Suor Orsola (anche con diretta streaming su www.unisob.na.it) quando il Rettore, Lucio d’Alessandro, attualmente alla guida anche del comparto delle Università non statali in seno alla CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, darà il via all’anno accademico n. 441 dalla fondazione della sede monumentale della cittadella monastica di Suor Orsola (1581) e n. 121 dalla nascita dell’Ateneo (1901).

Insieme con il Ministro Anna Maria Bernini al Suor Orsola ci saranno i massimi vertici nazionali del settore dell’Università e della Ricerca dal neo presidente della CRUI, Salvatore Cuzzocrea al presidente dell’ANVUR, Antonio Felice Uricchio, insieme a numerosi Rettori provenienti da tutta Italia in rappresentanza di tutti gli altri Atenei italiani (dal Rettore dell’Università delle Marche, Gian Luca Gregori, al Rettore dell’Università della Basilicata, Ignazio Marcello Mancini). In prima fila ci saranno anche il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Pina Castiello, il presidente del Consiglio regionale della Campania, Gennaro Oliviero, il Generale Giuseppenicola Tota, comandante delle Forze Operative Sud dell’Esercito italiano, il presidente del Tribunale di Napoli, Elisabetta Garzo, e il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi che, nel 2020 proprio nel suo ruolo di Ministro dell’Università e della Ricerca, aveva inaugurato l’anno accademico del Suor Orsola.

Il programma della giornata con la lectio inauguralis di Lucilla Gatt sul diritto delle nuove tecnologie, uno dei settori di eccellenza Unisob.

La cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico del Suor Orsola avrà il suo tradizionale abbrivio con la prolusione del Rettore, Lucio d’Alessandro, e proseguirà con gli interventi del rappresentante dei laureati eccellenti del Suor Orsola e del rappresentante del personale tecnico-amministrativo dell’Ateneo. Quest’anno proviene dal Dipartimento di Studi umanistici del Suor Orsola ed in particolare dal settore di studio e di ricerca delle lingue internazionali il rappresentante dei laureati eccellenti Alsob: Sara Longobardi che, a meno di dieci anni dalla laurea magistrale, ha bruciato le tappe di una brillante carriera accademica culminata con l’abilitazione nazionale da professore associato di Lingua e traduzione spagnola e con la ‘chiamata’ proprio della ‘sua’ Università.

A rappresentare la macchina organizzativa e gestionale dell’Ateneo ci sarà, invece, Annamaria Iardino, responsabile dell’Area Internazionalizzazione ed Erasmus dell’Ateneo. Una scelta che sottolinea anche la spiccata vocazione all’internazionalizzazione della didattica e della ricerca che il Suor Orsola porta avanti ormai da anni e che esattamente cinque anni orsono è culminata nella nascita del Centro per lo sviluppo di progetti europei che l’Ateneo napoletano ha aperto stabilmente a Bruxelles.

La lectio inauguralis dell’anno accademico 2022/23 sarà affidata a Lucilla Gatt, professore ordinario di Diritto civile e direttore scientifico del Research Centre of European Private Law, tra i massimi esperti italiani di diritto delle nuove tecnologie che al Suor Orsola è uno specifico indirizzo del Corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza, l’unico a numero programmato nel Mezzogiorno, aperto soltanto a 150 allievi all’anno. La sua lectio inauguralis sarà dedicata al tema “La responsabilità degli automi: ai confini della soggettività giuridica”.

“L’Università Suor Orsola Benincasa non si è fermata nemmeno un giorno durante questi due ultimi anni accademici attraversati dalla grave emergenza pandemica – sottolinea il Rettore Lucio d’Alessandro – ed anzi abbiamo investito tempo e risorse per studiare i grandi cambiamenti globali del mondo post Covid provando a progettare, come sempre facciamo di concerto con le imprese e il mondo del lavoro, anche a livello formativo nuovi scenari e nuovi profili professionali su cui potranno investire i giovani del Sud (dalle nuove frontiere dell’e-government delle Pubbliche Amministrazioni alle medical humanities, della green economy alla gestione delle risorse umane al tempo della transizione digitale). Ciò nondimeno ci apprestiamo con grande emozione a ‘ritrovare’ in presenza, con oltre 300 invitati, ed in tutta la sua solennità la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico che negli ultimi anni al Suor Orsola ha avuto il privilegio di ospitare i massimi esponenti delle istituzioni italiane: dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che scelse il Suor Orsola all’inizio del suo primo mandato per una delle sue prime visite ad una Università italiana, al Ministro Anna Maria Bernini che ringraziamo per aver scelto il nostro Ateneo per il suo primo intervento in una Università del Sud nel suo ruolo di Ministro dell’Università e della Ricerca”.

Diretta streaming: www.unisob.na.it

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie