Privacy Policy Le fotografie di Anna Camerlingo per ESTERNO NOTTE di Marco Bellocchio - Sud Notizie
News
Le fotografie di Anna Camerlingo per ESTERNO NOTTE di Marco Bellocchio

di Luca Sorbo *

ESTERNO NOTTE, un film di grande spessore sociale ed artistico. Dopo una breve programmazione nelle sale cinematografiche approda su RAI 1 in prima serata e subito scatena polemiche e discussioni. Un film importante, che riapre il dibattito su uno degli eventi chiave della storia italiana. La fotografa di scena, operativa a Napoli, ma ormai da anni affermata professionista a livello nazionale, Anna Camerlingo, ci racconta della meticolosa ricostruzione della prigione di Moro effettuata dal regista e delle difficoltà che ha avuto nel lavorare in un ambiente così angusto.

Il film è stato presentato a Cannes, dove ha avuto numerosi riconoscimenti dalla critica, poi a San Paolo del Brasile, dove ha vinto il primo premio come miglior film internazionale, al London Film Festival e al New York Film Festival, dove anche è stato accolto con grande interesse. Anna ci racconta ancora, a riprova dell’attenzione alla ricostruzione storica, che il rapimento di Moro è stato girato in via Fani, esattamente negli stessi luoghi dove avvenne il drammatico rapimento reale.

In questa occasione Marco Bellocchio le chiede di essere tra i finti reporter, camuffando le macchine moderne, e di scattare le foto dall’interno del set. Le immagini dell’arrivo della moglie di Moro, interpretata da Margherita Buy, sono state scattate da questa posizione privilegiata.
Ovviamente un film è un prodotto artistico e, quindi, accanto all’attenta ricostruzione storica degli eventi noti c’è anche una ricostruzione di fantasia, in cui il regista interpreta gli eventi e fa scelte storico artistiche molto nette.

Anna dice che si tratta di un film potente, duro e visionario, e che da un regista dello spessore culturale come Bellocchio certo non era lecito attendersi un documentario di sole ipotesi e politicamente neutrale.

Le immagini di Anna sono intense, sempre rispettose delle scelte del regista e di tutti i membri della troupe, sono in grado di farci immergere nella complessa lavorazione del film, che è durata quattro mesi. Camerlingo è sempre attenta agli attori e ne studia il carattere per meglio approcciarsi a loro. I ritratti realizzati testimoniano di questa sua abilità.

Molte immagini hanno il sapore di vere foto di cronaca, potrebbero essere scambiate tranquillamente per foto d’epoca. La sapienza e la naturale eleganza degli scatti della Camerlingo in questa situazione sanno trovare una essenzialità e una crudezza che sono indispensabili per le situazioni trattate. I ritratti di Moro all’interno del covo, interpretato da Fabrizio Gifuni, ci fanno rivivere gli angosciosi momenti delle polaroid inviate dal BR insieme ai comunicati.

La fotografia di scena ha un ruolo molto particolare nella lavorazione del film, in quanto, pur non contribuendo alla realizzazione del prodotto finale, è uno strumento molto utile per il regista e la produzione per documentare la lavorazione e per pubblicizzare l’uscita nelle sale. Il talento di un grande fotografo di scena è di riuscire a far emergere un proprio stile ed una propria qualità visiva, essendo sempre al servizio della realizzazione del lungometraggio. Le immagini di Anna ci fanno vivere le atmosfere filmiche, ma fanno anche emergere il suo sguardo attento, sapiente ed elegante.

Anna Camerlingo ha al suo attivo ormai numerose collaborazioni, sia nel mondo del teatro sia in quello del cinema. Ricordiamo in questa sede solo le collaborazione con Massimo Ranieri e Gigi Proietti e le sue straordinarie immagini della prima serie televisiva del Commissario Ricciardi.

Ci auguriamo che queste immagini possano diventare una mostra ed un libro e che possano circolare a livello internazionale, perché sono un documento fondamentale sulla lavorazione del film e anche la conferma del talento visivo di Anna.

Guarda la galleria foto

(*) esperto in storia e tecnica della fotografia
già docente Accademia di Belle Arti

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie