News
Melito, “rompiamo il silenzio” per la Giornata contro la violenza sulle donne

MELITO (Na) – “Rompiamo il silenzio” è il titolo dell’iniziativa che l’associazione Nirvana promuove in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”. Il 25 novembre nella sala consiliare del comune di Melito avrà luogo l’iniziativa con le testimonianze di Manuela Del Frate, Rosanna Carbone vittime di violenza. Di luna Anna, fotografa, presenterà una mostra fotografica il cui intento è quello di porre l’attenzione verso un problema che non dovrebbe essere ignorato ma bensì di portare alla luce l’esperienza di chi ancora oggi porta le cicatrici nel corpo e nell’anima. A dare voce a chi è stata vittima di femminicidio è Patrizia Casola madre di Annamaria Sorrentino uccisa dal marito.

Diego Sanchez attore, cantante e regista napoletano da sempre impegnato in prima linea nella battaglia alla violenza contro le donne in occasione di tale giornata presenterà un video clip utilizzando una canzone storica di Nino D’Angelo cantata dallo stesso Sanchez e ci spiegherà la particolarità del progetto che vede coinvolte all’interno del video clip oltre cinquanta donne di ogni età, etnia e ceto sociale. Per l’occasione Nirvana invita la cittadinanza tutta alla partecipazione dell’iniziativa e nel contempo chiede un minuto di silenzio con il coinvolgimento delle scuole del territorio per ricordare tutte quelle ragazze, donne che sono state vittime di violenza e femminicidi.

L’obiettivo è quello fermarci a riflettere e a portare alla luce questa piaga sociale affinché si possa sviluppare la cultura del rispetto e della parità di genere, volgendo uno sguardo particolare alle nuove generazioni affinché vengano accompagnati ed educati a comprendere l’importanza nell’accettare se stessi e l’altro nella diversità. Il 25 novembre è una giornata che impegna tutti ad interrogarsi e ad agire per facilitare il cambiamento attraverso una rivoluzione culturale affinché gli stereotipi che alimentano la violenza vengano debellato.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie