News
Motus-E aderisce a Bluexperience, il Salone della Mobilità Sostenibile

NAPOLI – Aumentano le adesioni di enti e associazioni nazionali a sostegno del Salone della Mobilità Sostenibile in programma a Napoli dal 10 al 12 settembre p.v. Al fianco degli organizzatori dell’esposizione Bluexperience, dopo le conferme di Anfia e Legambiente, anche l’associazione Motus-E, la prima in Italia costituita da operatori industriali, filiera automotive, mondo accademico e movimenti di opinione per fare sistema in favore della mobilità elettrica

La partecipazione di Motus-E, che nel suo consiglio direttivo ha i massimi dirigenti di aziende come Enel X, FCA, Volkswagen e numerose aziende di calibro internazionale, nonché tra gli associati   generatori di un’offerta capace di garantire una crescita sostenibile per costruire una mobilità a zero emissioni, prevede un costante intervento ai convegni del fitto programma dell’evento Bluexperience previsto a Napoli.

Una volontà ad espandere maggiormente, nel centrosud Italia, la conoscenza e la necessità del cambiamento verso la riduzione delle emissioni nocive e la conversione all’ecosostenibilità grazie all’elettrico. Un’opportunità di confronto con il mondo delle Università presenti alla Mostra d’Oltremare di Napoli, come sottolinea il Segretario generale di Motus-E, Dino Marcozzi: “La crescita dei veicoli elettrici in Italia continua senza sosta malgrado i rallentamenti all’intero settore dell’automotive causati della pandemia. Nonostante ciò dobbiamo supportare e favorire il più possibile tutta la value chain della mobilità elettrica per continuare la diffusione e la promozione dell’utilizzo di mezzi a zero emissioni. Tutto il nostro Paese deve muoversi nella direzione dell’elettrico e supportare l’infrastrutturazione di tutta l’Italia”.

“Iniziative come Bluexperience – sottolinea il  Segretario generale, nel riconoscere l’importanza di una esposizione sulla mobilità sostenibile, organizzata dalla società Action Events, alla prima edizione in programma a Napoli – permettono di sensibilizzare stakeholder locali ed anche i cittadini per comprendere le potenzialità e i vantaggi della mobilità elettrica e di quanto ce ne sia bisogno da nord a sud. La mobilità elettrica è il futuro ma soprattutto il presente per un Paese che deve raggiungere una mobilità finalmente a zero emissioni”.

L’esposizione, che dedicherà tre padiglioni all’automotive, alla mobilità leggera e all’aftermarket, avrà anche importanti convegni tematici, dedicati ad aziende e pubblico, a cura del comitato scientifico presieduto dal professor Armando Cartenì, ed il coinvolgimento di prestigiose università campane come: Federico II, Luigi Vanvitelli, Università degli studi di Salerno e quella del Sannio.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie