News
Presentate a De Luca le innovazioni degli ospedali di Giugliano e Frattamaggiore

GIUGLIANO (Na) – Il Presidente Vincenzo De Luca in visita agli ospedali di Giugliano in Campania e Frattamaggiore. Alle 15.30 il Presidente è giunto all’ospedale di Giugliano dove – accolto dal Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord, Antonio d’Amore, dal Direttore Sanitario aziendale Monica Vanni e dal Direttore Amministrativo dell’ASL Francesco Balivo, è stato accompagnato a visionare il robot di cui è stato recentemente dotata l’UMACA (Unità Manipolazione Chemioterapici ed Antiblastici).

Successivamente, il Presidente ha incontrato i primari nel reparto di Gastroenterologia appena ristrutturato. Nel corso dell’incontro il Presidente ha fatto il punto con i vertici dell’ASL e con il Sindaco di Giugliano per la variazione del Piano Regolatore Generale di Giugliano, indispensabile per poter continuare l’iter di realizzazione del nuovo Ospedale, già finanziato per 64 Milioni di euro con fondi ministeriali (ex art.20). Da alcuni giorni l’Azienda Sanitaria ha avviato interventi edilizi volti a riqualificare la facciata dell’ospedale, nel quadro di un percorso di miglioramento dell’attuale struttura.

Successivamente il Presidente De Luca si è recato presso l’ospedale di Frattamaggiore, dove ha incontrato l’equipe del reparto di ginecologia ed ostetricia, segnalatosi per essere la struttura in Campania con il minor numero di tagli cesarei su donne al primo parto (solo il 16% da inizio 2022) e per il maggior numero di partoanalgesie (oltre il 40% da inizio 2022). La visita è proseguita al secondo piano, dove il Presidente ha visionato il nuovo reparto di subintensiva realizzato in poco più di cinque mesi di lavoro.

Anche nel corso della visita a Frattamaggiore, il Presidente ha incontrato il Sindaco di Frattamaggiore e quello di Frattaminore per fare il punto sullo stato autorizzativo del nuovo edificio di servizio all’attuale ospedale che è stato finanziato per 4 milioni di euro e che dovrà sorgere nell’area dell’attuale parcheggio.

A Frattamaggiore, il Presidente ha incontrato tra gli altri il Consigliere Regionale Giovanni Porcelli e il Sindaco di Arzano, Cinzia Aruta.

Gli interventi

Ospedale San Giuliano di Giugliano

UMACA (Unità di MAnipolazione Chemioterapici Antiblastici) – REALIZZATO

L’ASL Napoli 2 Nord ha risposto alla normativa regionale, centralizzando la preparazione dei farmaci Chemioterapici Antiblastici in un’unica sede. Tale struttura è stata allestita a Giugliano in Campania, presso l’attuale ospedale.
Al fine di garantire i massimi standard di sicurezza e di efficienza il centro è stato dotato di:

Un robot innovativo capace di preparare in ambiente sterile e sicuro le preparazioni richieste dagli oncologi degli ospedali di Giugliano, Frattamaggiore, Pozzuoli. Le richieste vengono inoltrate digitalmente dai medici il giorno precedente la somministrazione e la mattina seguente le preparazioni sono inviate ai reparti entro le 7.30.

Questo sistema elimina la possibilità di un errore umano nella fase delle preparazioni e garantisce un risparmio, ottimizzando l’utilizzo dei farmaci ad altissimo costo. La preparazione mediante il robot tutela anche la salute degli operatori, non esponendoli alla tossicità dei farmaci.
L’UMACA di Giugliano, dotata anche di due postazioni di isolamento tradizionale, ha una capacità potenziale di 800 preparazioni al giorno. Le aree di preparazione dei farmaci sono allestite in stanze a pressione negativa, così da evitare i rischi di contaminazione degli ambienti vicini.

Il robot permette la preparazione anche di farmaci galenici

I lavori in programma a Giugliano

I lavori porteranno ad un totale rifacimento delle facciate dell’edificio adiacente l’ospedale e ad un rifacimento della facciata anteriore del corpo di fabbrica principale

.L’intervento di rifunzionalizzazione consiste nell’adeguamento e ammodernamento degli ambienti con abbattimento e ricostruzione della parte antistante l’edificio principale del Presidio Ospedaliero. L’area oggetto di intervento copre una superfice di 790 mq e una superfice utile interna di circa 680 mq.

Il nuovo Poliambulatorio prevede n. 10 ambulatori – area di attesa – area reception – servizi igienici per il pubblico.
L’intervento complessivo, che dovrebbe realizzarsi in 18 mesi, prevede un investimento in opere ed attrezzature di circa 2.6 milioni di Euro
L’allestimento del cantiere è già in corso

Il nuovo ospedale di Giugliano

Il terreno è di proprietà dell’Azienda Sanitaria, l’investimento già disponibile è di 64 mln di Euro. È stata chiesta una proroga al Ministero di 21 mesi per il completamento della progettazione appaltabile (il termine ultimo è il 23/05/2023)
Per poter procedere alla gara per la progettazione occorre che il Comune di Giugliano approvi la variante al PRG. L’ASL ha avviato l’iter di approvazione della variante presso il Comune di Giugliano in data 07/04/2021

Ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore

Reparto di Ginecologia ed Ostetricia – REALIZZATO

Il reparto di Ginecologia ed Ostetricia si è segnalato già da alcuni mesi per:

  • Drastica riduzione dei parti cesarei (da gennaio solo il 16% delle partorienti il primo figlio ha dovuto ricorrere al cesareo), con medie paragonabili a quelle delle realtà più virtuose in Italia. Si tratta dei risultati migliori in Campania.
  • Aumento vertiginoso delle partoanalgesie (oltre il 40% dei parti naturali da inizio 2022), con medie superiori a quelle delle realtà più virtuose in Italia (circa il 20%)
  • Maggiore complessità degli interventi, con ausilio di strumentazioni tecnologiche avanzate quali il robot chirurgico in dotazione al Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli

 

Tale cambiamento è stato promosso dal dott. Pasquale Gallo, giovane responsabile (41 anni) del reparto di Ginecologia ed Ostetricia che, forte dell’esperienza maturata in Australia e in Gran Bretagna ha radicalmente modificato il metodo di lavoro e – per quanto concerne la partoanalgesia – dal dott. Francesco Imperatore, nuovo giovane primario (51 anni) della rianimazione del San Giovanni di Dio, formatosi al Cardarelli ed al Policlinico di Napoli.

Reparto di Subintensiva – REALIZZATO

Il reparto di Medicina Subintensiva è stato realizzato in 5 mesi, utilizzando i fondi destinati all’emergenza COVID19. Si tratta di una struttura ricavata da locali deposito ed ambulatori. La nuova struttura è dotata di 5 posti letto e farà capo al reparto di Rianimazione che, con 5 posti letto, è stata inaugurata due anni e mezzo fa.

Il nuovo edificio destinato agli ambulatori ed ai servizi

Il terreno per la realizzazione di un edificio polifunzionale è di proprietà dell’Azienda ed è stata fatta richiesta al Comune di Frattaminore di variazione di destinazione d’uso dello spazio da parcheggio ad Area per Attrezzature Sanitarie.

Il valore dell’investimento è di 4 mln di Euro e la scadenza per la progettazione è il prossimo 23 agosto 2022. Attualmente si è in attesa di autorizzazione da parte del Comune.

Dato che l’area è interessata dal passaggio di un elettrodotto, l’ASL ha chiesto a TERNA lo spostamento del traliccio. Attualmente la pratica è in lavorazione al Ministero della Transizione Energetica ed Ambientale.

L’ASL ha chiesto una proroga della scadenza di ulteriori 5 mesi (23 gennaio 2023), alla luce della comunicazione di TERNA, per poter concludere la progettazione esecutiva.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie