News
Presentato al MANN ‘Il Presepe’ di Elisabetta Moro e Marino Niola

NAPOLI – Mito, rito, arte, gioco altissimo che si esprime con simboli quasi infantili. Uno e centomila, il presepe è il mondo cosmopolita di cui si è parlato questa mattina in occasione della prima presentazione napoletana del libro “Il Presepe”(Il Mulino edizioni) di Elisabetta Moro e Marino Niola. In occasione della rassegna “Lo scaffale del MANN“, i due antropologi hanno guidato il pubblico alla scoperta di un viaggio artistico che ha radici remote e, allo stesso tempo, non smette di raccontare la contemporaneità. A conclusione della presentazione, il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Paolo Giulierini, ha inaugurato, nella collezione Villa dei Papiri, il presepe che l’Associazione Presepistica Napoletana ha dedicato, quest’anno, a Carlo III di Borbone: la suggestiva installazione si divide in tre scene diverse, che narrano i primi ritrovamenti archeologici nelle città vesuviane del Settecento.

“Le identità più recenti formano i caratteri di un popoli. Il presepe è diventato un vero e proprio -fatto- degli ultimi secoli e, allo stesso tempo, rappresenta il DNA della nostra città. Nelle architetture della rappresentazione, ritroviamo molteplici riferimenti al mondo dell’archeologia”, commenta il Direttore del MANN, Paolo Giulierini.

“Nel nostro libro, abbiamo cercato di capire non solo come il presepe si sia trasformato in un mito, ma soprattutto come sia stato guardato da lontano da tanti viaggiatori. Il presepe non è un oggetto da vetrina, ma è l’espressione dell’umanità che non smette mai di stupire”, sottolineano Moro e Niola.

Dal 1° dicembre, le esposizioni del Museo Archeologico Nazionale di Napoli sono accompagnate da un’ampia finestra di approfondimento dedicata al presepe: nelle sale 90-92, vicino alla Meridiana, è visibile l’allestimento multimediale “Il presepe cortese”, curato da Fabrizia Fiore e arricchito da alcuni pezzi di collezioni private risalenti al Settecento. Da oggi, il percorso contempla una nuova sosta nella Villa dei Papiri, dove è possibile ammirare l’esposizione classica promossa dall’Associazione Presepistica Napoletana guidata da Enzo Nicolella.

 

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie