News
Presutto (M5s): Sul porto di Napoli si sta vincendo una grande battaglia popolare

NAPOLI – “La decisione di Andrea Annunziata, presidente dell’ente Porto di revocare la recente delibera con la quale era stato approvato il bando di gara di servizi di ingegneria e architettura relativi all’ampliamento della banchina di Levante mediante cassa di colmata, è il giusto traguardo di una battaglia che da anni sto portando avanti sul mio territorio, insieme alle persone, ai comitati e alle associazioni”. Lo dichiara Vincenzo Presutto, senatore del M5S.

La revoca in autotutela riguarda, in particolare, due delibere firmate dal precedente Presidente dell’Autorità, Pietro Spirito. “Il prolungamento della darsena di Levante – spiega Presutto – avrebbe cancellato definitivamente il rapporto degli abitanti di San Giovanni a Teduccio con il mare ed avrebbe messo la pietra tombale su ogni ipotesi di riqualificazione dell’area”.

Durante l’incontro Annunziata ha anche ribadito la revoca del bando per la costruzione del deposito di Gnl (Gas naturale liquefatto): “altra battaglia – aggiunge il senatore del M5S – che porto avanti da tempo e che mi ha visto impegnato anche con 15 interrogazioni parlamentari, relative alla pessima gestione dello scalo partenopeo che durava oramai da quasi 20 anni, con le quali in sostanza chiedevo anche ai Ministri competenti di assumere iniziative per garantire il rispetto dei principi generali di trasparenza, libera concorrenza e pari opportunità nel procedimento avviato, delle misure di sicurezza per la pubblica e privata incolumità determinato dalla contiguità del deposito di GNL alle navi gasiere e petroliere nella darsena petroli, ricadenti in area SIN del 1999, area già fortemente urbanizzata, ad alto rischio e dichiarata zona rossa dalla protezione civile”.

“In questi anni ho trasmesso quelle che sono le esigenze del territorio e degli abitanti di Napoli Est, sul fronte della sicurezza, della lotta all’inquinamento, del legame profondo con il mare, ed il presidente Annunziata, – conclude Vincenzo Presutto – è stato bravo a coglierle. La gestione del porto di Napoli deve essere finalizzata unicamente a creare valore, in modo sostenibile, per il territorio e per i cittadini”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie