Privacy Policy Progetto AIDA, al via 'L’identità Adriatica attraverso lo sviluppo delle Arti' - Sud Notizie
News
Progetto AIDA, al via ‘L’identità Adriatica attraverso lo sviluppo delle Arti’

CAMPOBASSO – Parte con due grandi eventi il progetto Aida “L’identità Adriatica attraverso lo sviluppo delle Arti” INTERREG IPA CBC Italia Albania Montenegro.

Il primo appuntamento è martedì 20 luglio alle ore 20.45, al teatro Savoia ci sarà lo spettacolo “La Riparazione” della compagnia teatrale AIDA. Ingresso gratuito.

Il secondo evento, mercoledì 21 luglio alle ore 9.00 il seminario “Adriatic Identity among Italy, Albania and Montenegro” presso l’auditorium Gil di via Milano.

Si tratta di due appuntamenti di straordinario valore per rafforzare l’identità “Adriatica” dei cittadini di Puglia, Molise, Albania e Montenegro nell’area Mediterranea e nel cui programma la Fondazione Molise Cultura svolge un ruolo centrale.

Il progetto intende sviluppare pratiche innovative di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale Adriatico. Al centro delle azioni vi saranno luoghi strettamente connessi al passato recente, che hanno un forte legame con le comunità, ma che oggi appaiono abbandonati e dimenticati, a volte anche perché evocano momenti storici critici e problematici; luoghi di detenzione, di costrizione, fabbriche dismesse ed in generale esempi di archeologia industriale e bellica.

È centrale il ruolo di coordinamento della Fondazione Molise Cultura, attraverso una ricerca “esperienziale” fatta di una fase di acquisizione di informazioni dai cittadini ed una fase di studio e ri-elaborazione a posteriori, attraverso seminari tra partner ed esperti, per l’analisi dei differenti approcci e punti di vista dell’identità Adriatica. Il risultato sarà un REPORT sul “Modello di Identità Adriatica”. In ogni città coinvolta, parallelamente, verranno organizzati “performance di comunità”, con il coinvolgimento di cittadini ed artisti per raccontare e creare momenti/album di “memorie” e una sorta di “storytelling” del lavoro e dei suoi risultati.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie