News
Proietti (UIL): Le case farmaceutiche rispettino i contratti con l’UE

ROMA – La vaccinazione di massa è la via principale per uscire dalla pandemia da Coronavirus. “La Commissione Europea – sottolinea Domenico Proietti, Segretario Confederale UIL – deve esigere il rispetto dei contratti sottoscritti con le case farmaceutiche. I ritardi nelle consegne verificatisi in questi mesi sono inaccettabili. L’Europa eserciti a pieno la possibilità, prevista dai trattati, di derogare alle norme sulla proprietà intellettuale dei brevetti”.

“E’ questa l’unica strada – aggiunge il Segretario Confederale UIL – per una produzione di vaccini che copra le esigenze dell’Unione e crei le condizioni, facendo produrre i vaccini a tutte le case farmaceutiche che sono in grado di farlo, di vaccinare tutti gli abitanti del pianeta. Il Governo italiano assuma subito una forte iniziativa all’interno dell’Unione per conseguire questo irrinunciabile obiettivo”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie