Privacy Policy Roberto Race Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana - Sud Notizie
News

Roberto Race Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana

MILANO – Roberto Race, advisor in corporate strategy and public affairs per multinazionali e medie imprese, ha ricevuto a Milano, nell’auditorium del Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi, l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Race, che affianca in prima linea i Ceo e i board delle aziende, ha promosso The Ghost Team, il primo network internazionale di ghostwriter per imprenditori, manager, diplomatici, militari e politici, che oggi coinvolge più di quaranta professionisti nel mondo.

Giornalista professionista dal 2006, nel 2008 Roberto Race ha lanciato la figura del direttore relazioni esterne e comunicazione ‘in affitto’ proponendo ai clienti una consulenza direzionale che lavora in stretta sinergia con i Consigli d’Amministrazione e le direzioni commerciali e finanziarie delle aziende.

Ha promosso e guidato think tank e fondazioni per il sociale. E’ segretario Generale di Competere.Eu e Presidente del Comitato di Indirizzo della Fondazione Valenzi. È nel comitato scientifico della Federazione Europea delle Città Napoleoniche. Il suo libro Napoleone il comunicatore edito da Egea, la casa editrice dell’Università Bocconi, è un best seller dal 2012 ed è stato tradotto in inglese e francese.

“La nomina del Segretario Generale di Competere.Eu Roberto Race a Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana è un riconoscimento importante per tutti noi – dichiara il Presidente di Competere.Eu Pietro Paganini -. Viene premiato, insieme ai meriti professionali di Roberto Race, anche l’impegno di Competere.Eu per promuovere politiche per un’Italia più equa e competitiva”.

“Un riconoscimento per il Mezzogiorno – aggiunge Lucia Valenzi, Presidente della Fondazione Valenzi Lucia Valenzi – a testimonianza dell’impegno della Fondazione per il sociale e la collettività. Un percorso che la Fondazione ha iniziato con Race Segretario Generale nel 2009 e che ci ha visto realizzare in questi 12 anni un punto di riferimento per un libero e sereno dialogo su temi riguardanti la memoria e l’attualità, con almeno 350 eventi nel campo della cultura e dell’arte e 30.000 presenze, coinvolgendo in progetti educativi 10.000 studenti di ogni ordine e grado”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie