News
‘Sala d’Attesa – La resilienza dell’ecoturismo’ con Giobbe Covatta

CASTELLABATE (Sa) – Venerdì 18 giugno, alle ore 18.00 presso Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate, andrà in scena ‘Sala d’Attesa – La resilienza dell’ecoturismo’, talk show-spettacolo dell’ideatore e regista Ettore De Lorenzo, con la partecipazione dell’attore e scrittore Giobbe Covatta. Il talk sarà trasmesso in diretta sui profili social di WWF Travel e su Cilento Channel, media partner dell’evento.

L’evento, realizzato in partnership con l’Ente Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, il Comune di Castellabate e il Comune di Capaccio, vuole rappresentare una sorta di “taglio del nastro” della nuova stagione turistica improntata sull’ecoturismo, sulla destagionalizzazione e sulla valorizzazione del patrimonio naturale. Il turismo sostenibile come unica risposta possibile al problema della pandemia.

Gli onori di casa sono riservati al presidente del Parco del Cilento, Tommaso Pellegrino, e al sindaco di Castellabate, Luisa Maiuri. Interverranno il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia e l’assessore al Turismo della Regione Campania, Felice Casucci. In rappresentanza del WWF Italia saranno presenti il responsabile scientifico nazionale, Marco Galaverni, e il delegato regionale del WWF, Piernazario Antelmi. Il vicesindaco di Morigerati e vicepresidente del Parco del Cilento, Cono D’Elia, porterà la testimonianza dell’albergo diffuso di Morigerati.

“L’ecoturismo, tema principale della manifestazione, è una forma di turismo sostenibile su cui Castellabate sta puntando moltissimo – dice il sindaco Luisa Maiuri -, si tratta di un modo responsabile e slow di viaggiare in aree naturali protette, preservando l’ambiente e sostenendo il benessere delle popolazioni locali. Tante sono infatti le attività eco turistiche che è possibile praticare nel nostro territorio, come escursioni, anche in barca a vela, canoa, kayak o water bike e le immersioni per osservare la nostra inestimabile biodiversità marina. Numerose sono anche le iniziative messe in campo, anno dopo anno, per la salvaguardia dell’ambiente, come con il protocollo plastic free, gli investimenti in energie alterative e nelle nuove tecnologie, utili a migliorare la vivibilità in un comune a forte vocazione turistico – balneare come il nostro, tra i Borghi più belli d’Italia, mare Bandiera Blu e 5vele Legambiente”.

La riflessione sulle più innovative frontiere dell’ospitalità sostenibile è affidata all’intervento di Francesco Tavassi, titolare dello sponsor dell’evento, il Grand Hotel Santa Maria, a Castellabate, e vicepresidente dell’Unione industriali di Napoli delegato all’economia del mare: “tredici delle diciotto bandiere blu della Campania, che collocano la nostra regione sul podio della classifica FEE Italia, sono cilentane. – sottolinea Tavassi, che prosegue – La naturale vocazione del nostro territorio all’accoglienza e al turismo passa per la risorsa mare, la cui integrità deve essere tutelata anche dalle strutture ricettive: eliminando la plastica monouso e riducendo il consumo di carta, ma pure applicando sistemi di recupero e filtraggio dell’acqua utilizzata. Gli hotel vanno ripensati sin dalla loro progettazione, o riprogettazione. – afferma Tavassi – Consideriamo approcci come quello “dei tre zero”: manodopera e materiali a chilometro zero, corretta gestione energetica e delle emissioni per zero CO2 e ‘rifiuti zero’ applicato alle tecniche di costruzione”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie