Privacy Policy Un tram leggero per la riconversione della linea Gragnano-Castellamare di Stabia - Sud Notizie
News
Un tram leggero per la riconversione della linea Gragnano-Castellamare di Stabia

GRAGNANO (Na) – Nella giornata del 5 gennaio 2022 per la prima volta dopo dodici anni si sono poste le basi per dare attuazione a quella che l’Amministrazione Comunale di Gragnano ritiene l’occasione di una vera rigenerazione urbana per il proprio territorio rappresentata dalla riconversione della linea ferroviaria Gragnano – Castellammare in un sistema tranviario ‘leggero’ di collegamento tra la Capitale Europea della Pasta e la Città delle Acque, con interscambio con la linea EAV Napoli-Sorrento.

Nella riunione convocata dal Presidente di EAV Umberto De Gregorio, alla presenza del Presidente della Commissione Regionale Trasporti on. Luca Cascone, del Responsabile della Direzione Territoriale Commerciale Tirrenica Centro Sud di RFI ing. Pier Paolo Olla, del Direttore Produzione Servizio Ferroviario di EAV ing. Mario D’Avino, anche ideatore del progetto, nonché del sottoscritto si è deciso di aderire al Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) “Vesuvio – Pompei – Napoli”, promosso dal Ministro per il Sud, Mara Carfagna.

In accordo con EAV la proposta progettuale per l’ammissione al finanziamento sarà presentata entro il 15 gennaio 2022 dal Comune di Gragnano che, quale Amministrazione Responsabile e soggetto capofila dei comuni limitrofi ed EAV, si candida a svolgere il ruolo di stazione appaltante. Il progetto interesserà anche comuni come Castellammare di Stabia e Torre Annunziata con i quali sarà indispensabile intraprendere una collaborazione sinergica.

RFI si è resa disponibile a valutare i termini per la cessione della tratta.

Il Progetto vale circa 33 milioni di euro e prevede 4 nuove fermate intermedie che saranno così identificate: “Pallone Geodetico”, “Cittadella della Pasta”, “Stadio Romeo Menti”, “Stabia Scavi – Nodo di interscambio”, quest’ultima consentirà il trasbordo da/verso la linea EAV Napoli – Sorrento oltre alla fermata, già esistente, di Madonna delle Grazie, che verrà riqualificata e diventerà sede di incrocio per il servizio a spola.

La proposta prevede l’accesso al finanziamento anche per l’acquisto dei veicoli che transiteranno sulla nuova linea, che saranno ibridi diesel/elettrici.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
  • Articoli correlati

    Ultime notizie