Privacy Policy Usava permesso invalidi della suocera morta per parcheggiare gratis - Sud Notizie
News
Usava permesso invalidi della suocera morta per parcheggiare gratis

CASERTA – Utilizzava l’originale di un permesso invalidi rilasciato nel 2019 intestato alla suocera deceduta agli inizi dell’anno scorso per parcheggiare nelle aree di sosta a pagamento. L’abuso è stato accertato dalla Polizia Municipale di Caserta in via N. Sauro, dove un sessantenne casertano esponeva il permesso invalidi dell’auto di sua proprietà, cambiando sistematicamente l’orario ogni due ore (lasso di tempo per cui il parcheggio per i possessori di permesso invalidi è gratuito nelle strisce a pagamento).

Il permesso è stato sequestrato dalla Polizia Municipale che ha ipotizzato il concretizzarsi di gravi reati previsti e puniti dal codice penale, ora al vaglio della Procura della Repubblica competente.

In pochi mesi la Polizia Municipale ha accertato altri episodi simili, tra cui il caso del dipendente della banca che utilizzava il permesso della madre deceduta, il caso di chi utilizzava la fotocopia a colori di un permesso invalidi per sostare negli spazi riservati ai veicoli di polizia ed il caso di chi utilizzava una fotocopia a colori per sostare negli spazi residenti ed usufruire delle agevolazioni per entrambe le auto di proprietà.

Ancora una volta ci si imbatte nel deplorevole comportamento degli utenti della strada che sfruttando il possesso dei permessi invalidi legittimamente rilasciati ai titolari, parcheggiano ovunque senza pagare un centesimo e soprattutto sottraendo posti a chi ha effettivamente una capacità a deambulare ridotta, parcheggiando negli spazi riservati alle persone invalide, negli spazi riservati ai residenti, negli spazi riservati a categorie di veicoli e nelle cosiddette strisce blu come è accaduto in questo caso.

Nell’ambito delle attività di ripristino del decoro urbano, la Polizia Municipale di Caserta è intervenuta per l’ennesima volta, in via Dietro Corte e Via Aldo Capitini ove ha rimosso tre autoveicoli in completo stato di abbandono, tutti riconducibili ad abitanti della zona.

I proprietari saranno invitati a ritirare i veicoli entro i successivi 60 gg. ed, in caso contrario, saranno rottamati con i costi a carico degli stessi, con la consequenziale cancellazione dal PRA.

I proprietari saranno, inoltre, sanzionati ai sensi dell’art. 13, comma 2 del D. Lgs. n. 209/2003, per abbandono del veicolo fuori uso su pubblica via con una sanzione amministrativa da euro 1.000 ad euro 5.000, con il pagamento in misura ridotta di euro 1.600 cadauno.

La zona in questione è notoriamente interessata da un degrado dovuto ad un abbondante sversamento di rifiuti in maniera non conforme, fenomeno ad oggi quasi debellato, e alla presenza di veicoli abbandonati o sprovvisti di copertura assicurativa e revisione, già precedentemente rimossi.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie