News
Whirlpool, Cgil Cisl e Uil Campania incontrano ministro Orlando

NAPOLI – “Abbiamo registrato da parte del ministro Orlando la disponibilità a farsi carico, insieme agli altri ministri, di una soluzione che garantisca continuità lavorativa ai 320 dipendenti della Whirlpool di Napoli”.

E’ quanto afferma il segretario generale della Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci al termine del vertice sul lavoro in Prefettura con il ministro Orlando. “Il 30 novembre – aggiunge Ricci – è dietro l’angolo e i lavoratori non possono subire un altro ricatto, quello della mancanza di continuità occupazionale, che si aggiungerebbe al licenziamento avviato dalla multinazionale. Quella dei tempi decisi da Whirlpool è un’altra pugnalata che abbiamo denunciato al ministro Orlando. Sul tempo e sulla gestione del progetto, il ministro ci ha assicurato che se ne farà carico immediatamente, attraverso degli incontri che si saranno già la prossima settimana”. “C’è una disponibilità, dobbiamo come sempre continuare ad incalzare il Governo e l’azienda – conclude Ricci – con la nostra mobilitazione, affinchè ci vengano date risposte immediate sulle garanzie occupazionali per i lavoratori”.

“Abbiamo parlato di lavoro, a cominciare dal futuro dei lavoratori della Whirlpool sui quali il Governo non si può tirare indietro, della mancanza di prospettiva nel definire le condizioni più adeguate al mantenimento ed alla realizzazione degli insediamenti produttivi sul territorio”, dichiara Giuseppe Esposito, segretario regionale della Cisl Campania, presente all’incontro in Prefettura insieme al segretario regionale Salvatore Topo con il ministro Orlando. “Quasi tutto il tempo è stato dedicato alla vertenza Whirlpool – continua Esposito -. Ma noi continuiamo a chiedere per il nostro territorio maggior coinvolgimento nella definizione delle linee strategiche della futura Programmazione dei fondi strutturali, nella realizzazione di piani di sviluppo omogenei e calibrati sui bisogni diversi dei territori campani”.

“La grande quantità di precari, giovani e donne che hanno perso il lavoro o che lo stanno cercando ci impongono di affrontare e costruire insieme risposte non solo alle emergenze come quelle che stiamo vivendo, ma a programmare il futuro della Campania anche alla luce della straordinaria opportunità delle risorse del PNRR attraverso una gestione condivisa, efficace e mirata – conclude il segretario regionale della Cisl Campania -. Rilanciando innanzitutto le politiche attive del lavoro, che vanno collegate anche alle situazioni di crisi industriale; senza dimenticare l’annosa vertenza dei LSU e la più recente dei navigator. Tutte tematiche che richiedono impegni concreti e risposte immediate, e in assenza delle quali non potrà che crescere a dismisura il rischio di nuove tensioni sociali”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie