News
Whirpool e Jabil, Primo Maggio per difendere i posti di lavoro

NAPOLI –  “Anche quest’anno, il 1° Maggio non saremo in piazza, non ci incontreremo, non celebreremo questa giornata così importante come la storia sindacale ci ha insegnato”: lo dichiara Nicola Ricci, segretario generale della Cgil Napoli e Campania,

“Un altro anno è passato per migliaia di lavoratrici e lavoratori che con il lavoro hanno consentito alla nostra regione di andare avanti e di resistere alla drammatica onda d’urto che ha avuto la pandemia – prosegue Ricci -. Con coraggio, con straordinaria forza, con turni massacranti, rischiando in prima persona. Un altro anno è passato anche per chi ha subito la sospensione se non la perdita del proprio lavoro, vivendo comunque nella speranza della ripresa o lottando per la sua riconquista, con dignità e ostinazione”.

Domani, Cgil, Cisl e Uil sarano simbolicamente in diverse città della Campania per dei momenti di ricordo e riflessione. A Napoli unitariamente i sindacati saranno allo stabilimento Whirlpool di via Argine, per lanciare un messaggio chiaro: l’Italia si cura con il lavoro e la Campania ne ha bisogno più di altri territori, per questo è fondamentale che su Whirlpool, così come sulle tante vertenze aperte, le istituzioni facciano la propria parte per evitare che l’emorragia di posti di lavoro continui.

Giovedì prossimo, la Regione Campania ha convocato un incontro con l’assessore al Lavoro, Antonio Marchiello su Jabil. “L’auspicio – conclude Ricci – è che si possa avviare una interlocuzione per la positiva risoluzione per questa vertenza, che coinvolge centinaia di dipendenti dello stabilimento di Marcianise, in provincia di Caserta”.

CONDIVIDI L’ ARTICOLO
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
  • Articoli correlati

    Ultime notizie